BLUE SERVIE FAGAGNA – INTERMEK 3S BASKET CORDENONS

22 gennaio 2017

BLUE SERVICE FAGAGNA – INTERMEK 3S BASKET CORDENONS 62 – 72 (21-7, 36-34, 51-51, 72-62)

BLUE SERVICE FAGAGNA: TAMIGI 15, VIRGILI, D’ANDREA, MINUTE 1, PARISOTTO 9, D’ANTONI, PAPPALARDO 18, IDELFONSO 14, MUNINI 2, FERIGUTTI 3, CESCHIA. ALL. BULFONI

INTERMEK 3S BASKET CORDENONS: RIZZO, BRUNETTA 10, SCARAMUZZA 6, DALMAZI 22, FRANCO, MARELLA 8, MORO 12, CORAZZA 6, DE NARDO, CASTELLARIN, COSTANZO 8. ALL. FANTIN.

ARBITRI: SIGG.RI ROIAZ E LUNARDELLI

Vinciamo in trasferta l’importante scontro salvezza contro la Blue Service Fagagna bissando così il successo dell’andata. Ci presentiamo all’appuntamento in situazione di emergenza: oltre alle assenze di Celotto e Cauz, dobbiamo rinunciare anche al nostro leader offensivo Cipolla out per un infortunio muscolare.

L’avvio per noi è un autentico incubo: Parisotto, Pappalardo e Idelfonso incendiano a ripetizione la retina da oltre l’arco e in un amen Fagagna prende il comando delle operazioni grazie anche al dominio al rimbalzo d’attacco, mentre nell’altra metà campo i giocatori di Coach Bulfoni ostacolano efficacemente le conclusioni di Brunetta e compagni. Al 10’ il tabellone indica 21-7 per i collinari che sono in questa prima fase in completo controllo della partita.

Coach Fantin predica calma in attacco e sprona ad alzare l’intensità difensiva. Ci ripresentiamo in campo con ben altra determinazione rispetto a quella messa in mostra nella prima frazione: in difesa alziamo la pressione su Parisotto, Tamigi e Pappalardo rendendo complicata la circolazione di palla e concedendo ai padroni di casa 15 punti in tutto il quarto, mentre in attacco alterniamo soluzioni e canestri sia con gli esterni che con gli interni mettendo a referto ben 27 punti.

Dopo 20 minuti il punteggio è 36-34 per la Blue Service e la partita è completamente riaperta.

Al rientro dagli spogliatoi i giocatori abbiamo il demerito di affrettare le conclusioni cercando soluzioni estemporanee che portano però solo a tiri forzati. I padroni di casa ne approfittano e, soprattutto grazie a 2 canestri pesanti e 3 tiri liberi di Pappalardo, scappano sul +6 (47-41) costringendo Coach Fantin a chiamare time-out per riordinare le idee e frenare l’inerzia di Fagagna. La pausa produce i suoi effetti: la nostra difesa torna a “mordere” concedendo solo 4 punti a Parisotto e compagni, sul fronte offensivo Brunetta e Corazza danno ordine ai compagni imbeccando a dovere Dalmazi (22 punti per “Dalma”, top scorer della partita) che mette a segno due triple, Costanzo, Marella e Moro. Al 30’ la partita è in perfetta parità, 51-51.

Nell’ultima frazione completiamo l’opera disputando 10’ di grande concentrazione e concretezza: Dalmazi “vede” il canestro e insacca 3 bombe, Costanzo segna 2 punti comodi da sotto servito alla perfezione da un positivo Moro che nell’azione successiva segna dalla media. A metà quarto raggiungiamo i 12 punti di vantaggio (65-53); Fagagna cerca di rientrare con iniziative personali, ma la nostra difesa tiene bene sia sulle guardie che sugli interni di Coach Bulfoni. Negli ultimi minuti siamo bravi gestire gli ultimi palloni mantenendo inalterato lo scarto e conquistando un meritato referto rosa.

Da citare la prova di Dalmazi, autore di 22 punti (6/12 da 3 punti, 1/6 da 2 p., 2/2 t.l.) e di Moro, 12 p. (5/8 da 2 p., 2/2 t.l., 5 rimbalzi, 4 assist).

Questo il commento di Coach Fantin:”Complimenti ai giocatori, hanno interpretato al meglio la partita riuscendo a sopperire all’assenza di Cipolla con una gran prestazione di squadra ed ottenendo in trasferta una vittoria molto importante contro una nostra diretta avversaria nella lotta-salvezza”.

Related Post