C Silver: tanto rammarico per la sconfitta a Trieste con il Bor

26 Marzo 2018

Si sapeva sarebbe stata una battaglia stile playoff è così è stato. Nel catino del Palapavletic , la tana del Bor, l’Intermek non ha giocato una brutta partita, anzi per lunghi tratti è sembrata avere l’inerzia dalla propria parte. Nel quarto finale il terzetto Skerl – Batich e Scocchi ha spostato la partita a favore dei padroni di casa con il team di Beretta che ha faticato a trovare la via del canestro (22 punti nella seconda metà gara). Pochi i punti dai lunghi della 3S (4) Marella e compagni hanno pagato l’eccesso di nervosismo (vedi il quinto fallo di frustrazione di Corazza) la pessima percentuale ai tiri liberi (10 su 21 di squadra) con alcuni 0 su 2 nei momenti decisivi della contesa. Sanguinosi anche alcuni errori da sottomisura nell’ultimo quarto. Certo le due assenze negli esterni di Pivetta e De Santi hanno ridotto le rotazioni e tolto alternative tattiche a Beretta con la squadra che non è riuscita a trovare soluzioni valide in attacco ai soli  Moretti e Damjanovic con qualche spunto anche di Pezzutti e Mezzarobba.

Il Bor aggancia così l’Intermek in ottava posizione ma è davanti in virtù dello scontro diretto favorevole. Tre partite per Cordenons (Don Bosco, Feletto e il recupero con la Dinamo) due per i triestini (Fagagna e San Daniele). Ma se ne parlerà dopo la sosta per la Pasqua.

Bor Radenska – Intermek Cordenons  73 – 65  (22/19-35/43-55/53)

Bor: Oblak, Batich 13, Cappellini, Tomadin, Skerl 13, Moschioni 5, Basile 10, Sosic 5, Zidaric 9, Doz 4, Scocchi 14. All.re Svab.

3S Cordenons: Pezzutti 8, Damjanovic 17, Moretti 18, Mezzarobba 10, Corazza 2, Marella 4, Zanusso, Camaj, Luis 4, De Nardo 2. All.re Beretta  V.All.re Pontani.

Nella foto Alex Camaj.

Related Post