ROMANS. Le previsioni erano per grandi nuvoloni minacciosi, la truppa di Beretta mai vincente su di un campo ostico come quello di Romans. Ostico non solo per Pivetta e compagni. Per metà partita il sereno sembrava sempre difficile da raggiungere, poi tutto è volto al bello.

ASSENZE. Si due assenze importanti (Fabbro e Damjanovic) ma la profondità del roster biancoverde consente di ovviare a qualche inconveniente o infortunio. Per Damjanovic il rientro ci sarà già sabato contro il Breg Trieste, mentre per Fabbro probabile il rientro per la successiva trasferta di Spilimbergo.

RIMBALZI E RECUPERI. Niente di nuovo sotto il sole…per vincere queste due voci devono avere il saldo attivo. La supremazia a rimbalzo c’è stata anche a Romans (45 a 36) come il conteggio delle palle recuperate (16 a 8). Nelle carambole svetta Oyeh con 12 di cui 6 in attacco. Nei recuperi (7) si è distinto Corazza.

PERCENTUALI. Discrete nel tiro da 2 con un 18 du 37 di squadra, deficitarie nel tiro dall’arco 6 su 26. Ma avere la supremazia sotto i tabelloni consente secondi e terzi tiri…

SPECIALISTA. Giovanni Mezzarobba nel tiro da 3 (3 su 5) e tutti nei momenti chiave del match.

PRIMATO. Due vittorie su due incontri consegnano la testa della classifica a Cantoni e soci seppur in coabitazione con Dgm e Ubc.

BREG. A quota zero i triestini, ma non fidarsi è bene mai come questa volta. Data come una delle favorite la formazione di coach Juric è infarcita di giocatori dai passati illustri come i due fratelli Grimaldi e Cernivani. Sarà dura anche sabato prossimo.

Intermek – Breg  Palasport di Via Avellaneda sabato 19 alle 20:30.

Nella foto

Andrea Santarossa

 

 

Importante accordo di sponsorizzazione per la 3S Basket Cordenons. La società Nice’s Car infatti sponsorizzerà per tre anni il settore minibasket della nostra associazione.

L’accordo è stato sottoscritto in questi giorni dal titolare della Nice’s Car Elio Feletti ed il presidente della 3S Claudio Tosoni. Così i 120 bambini del settore minibasket vestiranno con il marchio di una azienda giovane e dinamica che opera nella vendita plurimarca di auto.
L’accordo prevede anche eventi e manifestazioni promozionali che coinvolgeranno anche la prima squadra della nostra società.
Così il titolare della Nice’s Car Elio Feletti:
“Sono molto contento di legare il nome della mia azienda ad una società sportiva da sempre attenta al settore giovanile” che prosegue ” la mia azienda è giovane e dinamica e la scelta è stata proprio quella di sostenere uno sport giovane e spettacolare come il basket”. Cosa si aspetta da questa sponsorizzazione? Risponde Elio Feletti: ” ovvio che quando si investe nello sport ci si attende un ritorno d’immagine e anche dal punto di vista commerciale, penso sia implicito. Sono stato letteralmente conquistato dai progetti della 3S Basket Cordenons e la decisione è stata la logica conseguenza”.

Under 14 impegnati all’October Basket Tournament di Casara nel weekend appena concluso.

 

Ottima occasione per il gruppo Under 14, targato Stefano Bot Geometra, che nella kermesse, molto ben organizzata dalla Polisportiva Casarsa, ha avuto la possibilità di giocate ben 5 partite in due giorni, migliorando la chimica di squadra e affinando alcuni aspetti tecnici del gioco.

La formula prevedeva due gironi da 3 squadre, con le prime classificate ammesse direttamente alle semifinali, mentre seconde e terze dei due gironi obbligate a spareggiare per accedere agli incroci di semifinale.

Partita inaugurale proprio con i padroni di casa di coach Bosini (tecnico in casa 3S per un triennio). Dopo 5’ di equilibrio, i bianco-rossi mettono il turbo e se ne vanno oltre la doppia cifra di vantaggio. Prese le misure ai locali, Puppi e compagni rintuzzano il punteggio sotto le 10 lunghezze, ma la benzina finisce sul più bello della rimonta. Termina 43-35 per Casarsa.

Secondo match del girone Bianco con i ragazzi impegnati in un altro derby provinciale con il Torre Basket. La fisicità di Moschetta mette le ali al team di Spangaro, che vola sul 14-0 dopo appena 4’. Lenta e inesorabile la rimonta bianco-verde, ma come nella prima partita, il gap iniziale si fa sentire durante tutto l’arco della gara (53-45).

Le due sconfitte mandano allo spareggio la Stefano Bot Geometra, che incrocia la strada della Libertas Fiume Veneto. Partenza sprint per i colori bianco-verdi. Altissima intensità difensiva e buone scelte in attacco dilatano il vantaggio già nei primi 10’. Tutti i ragazzi coinvolti trovano spunti positivi in entrambe le metà campo, e anche il sussulto di rimonta finale dei fiumani viene gestito al meglio (vittoria per 54-40), guadagnando così la semifinale.

Semifinale che vede i ragazzi nuovamente opposti ai bianco-rossi di casa. La partenza è di quelle lanciate. La gioia e il piacere di condividere la palla in attacco, consente di trovare ottime soluzioni, e i tiri aperti si trasformano in canestri ben costruiti dalla squadra, garantendo un margine di 6/8 punti. La verve dei ragazzi di Bosini si fa sentire, specialmente nel secondo tempo, quando il team di casa accorcia il margine e mette meritatamente la freccia negli ultimi 60” insaccando i due liberi del +1. Sul decisivo possesso finale, la palla della possibile finale si infrange sul ferro (44-43 Casarsa sulla sirena conclusiva). Tanti applausi per Zago e soci, che rispetto alla gara del giorno precedente hanno fatto sudare le proverbiali 7 camice agli avversari, giocando una partita tosta e concreta.

La finale 3°/4° posto ripropone un altro re-match, contro il Torre Basket di Marco Spangaro. Le battute iniziali sono in fotocopia alla semifinale. Intensità difensiva a tutto campo e buone scelte di tiro. Il risultato è un break che porta i nostri anche sopra la doppia cifra di vantaggio. Moschetta non ci stà e riapre il match con incursioni al ferro e presenza nel pitturato. Si gioca così un secondo tempo sul filo dell’equilibrio, con i bianco-verdi bravi a gestire i possessi decisivi degli ultimi due minuti di gioco,  allungando sino al 58-44 finale.

Esperienza bella (complimenti all’organizzazione di casa), utile e costruttiva. La nota più convincente è stata la capacità di migliorare sia individualmente che di gruppo nei due giorni. Aspetto di notevole importanza e per nulla scontato. Bravi ragazzi e avanti così.

Sabato 12 Ottobre

Girone Bianco

Polisportiva Casarsa vs Stefano Bot Geometra 43-35

Torre Basket vs Stefano Bot Geometra 53-45

Domenica 13 Ottobre

Spareggio

Libertas Fiume Veneto vs Stefano Bot Geometra 40-54

Semifinale

Polisportiva Casarsa vs Stefano Bot Geometra 44-43

Finale 3°/4° Posto

Stefano Bot Geometra vs Torre Basket 58-44

Esordio pirotecnico per coach Pupulin e i suoi ragazzi, che nel campionato Under 18 Gold, si impongono nella prima giornata sul campo della Falconstar.

Inizio in salita per Colombo e soci che inseguono da subito pur restando in scia (11-8 a metà primo quarto), ma soffrendo le percussioni di Zuccolotto e Soncin. La Falconstar dà una prima spallata la match, allungando a cavallo tra primo e secondo parziale sul 34 a 17, con i biacno-verdi particolarmente spenti e avulsi. Quasi per magia, si riaccende il motore Sport Fisio Hub, con il trio Biason-Marcon-Casara a concretizzare nella metà campo d’attacco l’ottimo apporto difensivo di tutto il quintetto. Break ricucito e partita riaperta all’intervallo (45-40), nonostante lo 0/11 dall’arco e l’11/23 dalla lunetta.

Dopo qualche minuti di equilibrio, è nuovamente la squadra di casa ad allungare, tentando nuovamente la fuga, prima nel terzo parziale (+16, rintuzzato da due siluri di Palena), poi nel quarto conclusivo, toccando il 79 a 66 a 5’ dalla sirena finale.

Spalle al muro, i ragazzi completano un’opera di assoluta bellezza cestistica, ergendo un muro invalicabile in difesa e concedendo appena 4 punti agli avversari. In attacco Biason, Casara e Bravin (tutti e tre a quota ventello) mettono i canestri decisivi per pareggio e allungo, chiudendo il quarto con un sontuoso break di 35 a 14.

E’ la vittoria del gruppo, del sacrificio, del desiderio di sbattersi. A fasi alterne, nel match si sono trovati protagonisti diversi nelle due metà campo. Avanti così.

Falconstar vs Sport Fisio Hub (23-15; 22-25; 24-18; 14-35) 83-93

Sport Fisio Hub

De Ros 4, Bravin 21, Da Pieve 4, Basso, Palena 12, Casara 20, Marcon 6, Colombo, Mazzariol 3, Rinieri 2, Biason 20, Ndompetelo 1.

 

All.re: Pupulin

29 Settembre 2019

 

 

Ottima occasione di confronto per i 2007 bianco-verdi, targati Ottica De Marco, per questa nuova stagione, impegnati nel weekend nel 1° Torneo d’Autunno, riservato all’annata Under 13.

Danze aperte con i veneti della Rucker Sanve, nel primo match del sabato pomeriggio. Dopo una fase iniziale di studio, i ragazzi del presidente Tosoni, trovano un allungo sul finire del primo tempo (30-21), proseguendo sul cammino intrapreso ad inizio ripresa, dilagando alla lunga, sino al +20 finale.

Match in salita sin dalle prime battute contro i canarini di Gonars. La fisicità dei bassaioli si fa sentire già dalla palla a due, consentendo agli udinesi di scappare più volte oltre la doppia cifra di vantaggio dopo i primi minuti di gioco. Caparbietà e coraggio non difettano ai padroni di casa, che tentano di rientrare nella partita, accorciando sotto le 10 lunghezze all’intervallo (23-31 al 15’).

Opera completata negli ultimi 5’ di gara, con i ragazzi Ottica De Marco bravi a portare la contesa al supplementare, caratterizzato nuovamente dall’equilibrio, e deciso da un canestro a 2” dalla fine di Innocente.

Derby mattutino con i cugini del Nuovo Basket 2000 di coach Paludetto contraddistinto da un avvio razzente per i bianco-verdi. Pordenonesi in formato diesel, con Anese e Catto a guidare la rimonta per i pordenonesi (23-26 alla pausa lunga). Con pazienza e costanza Ottica De Marco ancora in allungo, legittimando il risultato sul 52-38 finale.

Gara conclusiva con la regina del torneo, Oderzo Basket. Opitergini vittoriosi nelle 3 precedenti partite e sempre oltre le 20 lunghezze di divario. La partenza sorride ai colori di casa. Non appena i bianco-rossi cominciano a carburare, si palesano le prime difficoltà per i locali. Oderzo impatta prima, e allunga con facilità sul 29-13 dell’intervallo. Come nella giornata precedente, i ragazzi non si disuniscono e con coraggio, ritrovano iniziativa difensiva e letture in attacco. Il tutto produce un break che riapre la partita, col tabellone che recita 40-41 Oderzo, a un minuto dal termine. Barro e Bet sono però glaciali nei 60” finali e traghettano verso casa la quarta vittoria nel torneo.

Risultati

Sabato 28

3S Basket vs Rucker 53-33

NB 2000 vs Oderzo Basket 26-48

3S Basket vs Gonars 51-53

NB 2000 vs Rucker 43-30

Oderzo Basket vs Gonars 65-24

Domenica 29

NB 2000 vs 3S Basket 38-52

Rucker vs Oderzo 27-54

NB 2000 vs Gonars 45-40

3S Basket vs Oderzo 40-49

Gonars vs Rucker 77-41

Classifica Finale

1° – Oderzo 4 W 0 L

2° – 3S Basket 2 W 2 L (+12 diff punti classifica avulsa)

3° – Gonars 2 W 2 L (-3 diff punti classifica avulsa)

4° – NB 2000 2 W 2 L (-9 diff punti classifica avulsa)

5° – Rucker 0 W 4 L

Per il terzo anno di fila l’Intermek Cordenons ha ospitato i padovani del Roncaglia neopromossi nella C silver veneta. Partita equilibrata a parte la prima frazione (sono stati disputati quattro tempi da 12 minuti) conclusa 20 a 11 per il team di coach Beretta. Buone le indicazioni per entrambe le formazioni con Pivetta e compagni che hanno a prevalso a rimbalzo (55 a 39) facendo andare a referto tutti e 13 i giocatori impegnati. Da rivedere la precisione dalla lunetta (15 su 30). Il Roncaglia di coach Penso, smaltita nel primo quarto la stanchezza del viaggio, ha messo in mostra un ottimo gioco di squadra e una buona precisione nel tiro da 3 (di squadra 9 su 20) con 4 centri di Vizzotto, 3 di Taffara e 2 di Calzavara. Squadra organizzata (come lo sono le squadre di coach Penso, in passato sulla panchina dell’Albignasego sempre in C silver) il Roncaglia, che si pone come obbiettivo una salvezza passando per i playoff.

Per Pezzutti e soci comunque un buon test anche per preparare la sfida di coppa contro la Dinamo Gorizia (palasport di via Avellaneda sabato 14 alle 18:30). Un incontro ad eliminazione diretta che promette spettacolo dopo la combattuta sfida nei quarti dei playoff della passata stagione.

Al termine della partita contro il Roncaglia le due formazioni si sono ritrovate assieme per il meritato terzo tempo da Marocci.

Intermek Cordenons – Roncaglia Ponte San Nicolò 80 – 72 (20/11-39/29-59/55)

Cordenons: Brunetta 2, Cantoni 4, Damjanovic 9, Pezzutti 11, Mezzarobba 5, Fabbro 9, De Santi 1, Corazza 9, Marella 4, Camaj 4, Oyeh 7, Pivetta 11, Nosella 4. All.re Beretta V.All.re Santarossa.

Roncaglia (ci scusiamo non abbiamo il tabellino, indichiamo solo i nomi). Andrea Taffara, Stefano Calzavara, Riccardo Marzola, Raffaele Pavan, Gabriele Damo, Giovanni Giaccaglia, Samuele Paoli, Lorenzo Toniolo, Giacomo Vizzotto, Enrico Visentin, Massimiliano Moretti. All.re Andrea Penso. V.All.re Filippo Modugno.

Arbitri Fabbro e Angeli.

Nella foto le due squadre a cena assieme.

 

 

Bissa il successo dello scorso anno la formazione di coach Beretta nel torneo di Cervignano. Vittorie sofferte contro Cervignano e Romans (prossime avversarie in campionato) netta contro il Casarsa di coach Celotto e un pò più sofferta contro l’Aviano.

Domani, venerdi ore 20:30, Fabbro e compagni ospiteranno il Roncaglia Padova, formazione neopromossa in C Silver dopo aver dominato la passata stagione la serie d veneta (29 vittorie su 30 partite). Il team padovano del Presidente Antonio Dicensi, ha confermato per la terza stagione il coach Andrea Penso e punta a disputare una stagione che porti ad una tranquilla salvezza.

Così coach Penso: ” affrontare il Cordenons stà diventando un piacevole appuntamento che facciamo molto volentieri ogni anno. C’è la possibilità di confrontarsi con una squadra di buon livello e fare una uscita in friuli che è una regione che ci ha dato un grande aiuto con giocatori (ricordiamo che hanno militato nelle passate stagioni i cordenonsi Matteo Basaldella e Stefano Bertola ndr.) ” .

Obbiettivi del Roncaglia? Ancora coach Penso ” Siamo una squadra giovane e ragionevolmente puntiamo a conquistare una tranquilla salvezza “.

L’Intermek nel frattempo ha inserito nella rosa anche il 2000 Matteo De Santi.

Nella foto i tifosi festeggiano la squadra dopo la vittoria di gara 2 in semifinale contro Pordenone.

28 Agosto 2019

La società, nel dare il bentornato ai propri atleti, ricorda a tutte le famiglie, di verificare la validità del certificato medico sportivo agonistico e ricorda di prenotare tempestivamente la visita per il rinnovo. Il tutto, al fine di garantire agli atleti la pratica dell’attività nel pieno rispetto delle condizioni di salute.

L’occasione è ghiotta, per augurare a tutti gli atleti una stagione ricca di successi e soddisfazioni.

Il presidente

Claudio Tosoni

 

 

Ci siamo!!! E’ ora di chiudere gli ombrelloni, rimettersi le scarpette e prendere lo zainetto. Il minibasket ricomincia con il consueto appuntamento di settembre. Martedì 3 settembre e Venerdì 6, presso il campetto all’aperto della scuola De Amicis, dalle 17 alle 18 pulcini e scoiattoli (2013, 2012 e 2011) e dalle 18 alle 19:15 aquilotti (2010 e 2009).

Giovanna, Silvia, Stephanie, Patrizio e Matteo vi aspettano!!!

C Silver – Martedì 20 Agosto, 18.30-20.30 Palazzetto

Under 20 (2000, 2001) – Martedì 20 Agosto, 18.30-20.30 Palazzetto

Promozione – Mercoledì 21 Agosto, 19.00-20.30 Palazzetto

Under 18 (2002, 2003)- Mercoledì 21 Agosto, 19.00-20.30 Palazzetto

Under 16 (2004) – Giovedì 22 Agosto, 18.00-20.00 Palazzetto

Under 15 (2005) – Giovedì 22 Agosto, 18.00-20.00 Palazzetto

Under 14 (2006) – Mercoledì 21 Agosto, 17.30-19.00 Palazzetto

Under 13 (2007) – Lunedì 26 Agosto, 18.00-19.30 Palazzetto

Esordienti (2008) – Lunedì 26 Agosto, 18.00-19.30 Palazzetto