Mandiamo in archivio una stagione lunga e impegnativa, con risultati inattesi sia di squadra che individuali. Dalla C Silver sino agli Esordienti, passando per tutte le compagini del settore giovanile, siamo felici e sorpresi dei progressi e della passione, a tratti contagiosa, con cui i ragazzi hanno affrontato l’annata.

Calato il sipario 2017/18, siamo agli albori di una nuova avventura, targata 2018/19, che ci vedrà affrontare tutti i campionati giovanili e due senior, e andando nel dettaglio, la programmazione delle squadre sarà cosi composta.

Annata 2007 – ESORDIENTI – Coach Marco Rinieri e Matteo Basaldella.

Annata 2006 – UNDER 13 Elite – Coach Luca Pupulin

Annata 2005 – UUNDER 14 – Coach Domenico Fantin

Annata 2004 – UNDER 15 Eccellenza – Coach Roberto Palermo

Annata 2003 – UNDER 16 Eccellenza – Coach Matteo Celotto e Luca Pupulin

Anndata 2002/2001 – UNDER 18 – Coach Matteo Celotto e Paolo Pontani

Annate 2000/1999 – UNDER 20 – Coach Andrea Beretta

Promozione – Coach Paolo Pontani

C Silver – Coach Andrea Beretta e Andrea Santarossa

Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi, Fabio Boccalon proseguirà nel ruolo di Dirigente Responsabile, e Matteo Celotto in quello tecnico del Settore Giovanile. Il Prof. Andrea Santarossa, come nella passata stagione, sarà il responsabile della preparazione fisica per tutti i gruppi giovanili e senior della società.

La società rende noto, che a malincuore, è stata presa la decisione di non partecipare al campionato Under 18 Eccellenza, che da questa stagione torna ad essere a carattere nazionale sin dalla prima fase. Un’attenta e oculata valutazione rispetto ai criteri organizzativi di tale campionato, ha fatto propendere verso la decisione di optare per l’alternativa regionale.

Dirigenti, consiglio direttivo, presidente e staff tecnico, colgono l’occasione per ringraziare i coach Ivan Nonis e Simone Pizzioli, per quanto fatto nel percorso intrapreso insieme, augurando il meglio per le nuove avventure, e consapevoli che questo è solo un arrivederci.

A tutti i nostri atleti, alle loro famiglie e ai nostri allenatori, auguriamo una buona estate, rigenerante, in vista di una nuova e coinvolgente stagione.

Altro referto rosa per i ragazzi di coach Nonis.

L’ultima partita di regular season, insignificante a livello di classifica, si gioca al palazzetto di Cordenons.

Balonsesto, in caso di vittoria, sarebbe quinta. Pronti, via e la squadra ospite si fa trovare pronta con un parziale che in pochi minuti li porta sul +10.

I Crocodiles non sono concentrati come dovrebbero, ma sul finir di primo periodo riducono lo svantaggio a 5 lunghezze (20-15).

Il secondo quarto è più equilibrato, con un paio di buone difese e dei buoni attacchi, i locali vanno negli spogliatoi sul punteggio di 38-37.

Al rientro dagli spogliatoi qualcosa in casa Cordenons cambia, l’intensità si alza e la continuità offensiva viene di più; raggiungono il massimo vantaggio sul +9 per poi farsi recuperare e finire i terzi 10′ in vantaggio per 52-51.

L’ultimo quarto è un continuo botta e risposta tra le due compagini. A pochi minuti dal termine i bianco – verdi riescono a costruirsi un divario interessante, ma la disattenzione la fa da padrone e gli ospiti con un paio di contropiedi riaprono il match. Con la carambola dei tiri liberi, la partita finisce 71-67 per i locali che, così, inanellano la sesta vittoria consecutiva.

Ora ci sono i playoff e Cordenons incontrerà proprio Balonsesto.

3S CROCODILES CORDENONS – BALONSESTO 71-67 (15-20, 37-38, 52-51)

CROCODILES: Dalmazi 13, Brusadin 2, Puppin 4, Busato 17 (10 rebs, 8 fd), Scarpa 3, Obiri, Campaner 9, Colussi 2, Rinieri 11, Cappellaro 3, Rizzo 7, Celant. All. Nonis

BALONSESTO: Zampiron ne, Gerussi 7, Assaloni, Randazzo 19, Lovisa 2, Del Re 15, Babuin, Cantoni 14, Moglioni 4, Cecco 4, Brussolo, Buffon. All. Tesolin

Arbitri: Toffolo e Gava

Andrea Brusadin

Con nulla in palio in termine di classifica, viene fuori la voglia e la dignità dei coccodrilli.

Nel primo periodo, giocato perfettamente in attacco e in difesa, la 3S non lascia scampo ai locali che segnano solo 12 punti. 24-12 alla fine dei primi 10′.

Nel secondo quarto le percentuali ospiti calano, Maniago sta lì e si guadagna qualche punticino andando negli spogliatoi. Alla pausa lunga Cordenons guida per 38-30.

Al rientro dagli spogliatoi la partita resta in equilibrio, i locali fanno di tutto per cercare di rientrare in partita, ma Dalmazi e compagni sono bravi a respingere ogni tentativo di rimonta: 59-49 a 10′ dal termine.

Nell’ultimo quarto succede quello che non dovrebbe succedere: coach De Stefano esagera con le proteste e viene espulso, e la strada dei Crocodiles è tutta in discesa. Il divario viene allungato nel finale, il match si conclude sul 76-61 per i ragazzi di coach Nonis.

Il prossimo appuntamento per i Crocodiles è fissato per oggi (domenica 11 marzo) alle 18 al palazzetto di Cordenons contro Balonsesto nell’ultima giornata di regular season. Vi aspettiamo!!

MANIAGO – 3S CROCODILES CORDENONS 61-76 (12-24, 30-38, 49-59)

MANIAGO: Burse 5, Wickkiser 2, Facchin 3, De Fiorido 3, Brown 4, Girolami 7, Fassianato 4, Delgado 6, Famea 6, Zuccolin 13, De Piante 8. All. De Stefano

CROCODILES: Dalmazi 10, Puppin, Busato 14, Scarpa 15 (7 stl), Campaner 8, Colussi 7, Toppan, Rinieri 6, Bagatella 4, Iudica 3, Malutta, Rado 9. All. Nonis

Arbitri: Zanelli e Fabbro

Andrea Brusadin

Serviva una vittoria, è arrivata una vittoria: è terzo posto, con possibilità di agganciare il secondo.

A farne le spese è la squadra di Fiume Veneto, di coach Celotto.

Nel primo quarto, come spesso accade tra queste due formazioni, le percentuali sono alte date le difese non troppo aggressive; sul finale dei primi 10′ i Crocodiles mettono il turbo e si portano sul 28-18.

Il secondo quarto è simile al primo, con la differenza che gli ospiti mettono in difficoltà la 3S con la zona rimontando fino al 28-28. Arriva un po’ tardi la risposta casalinga, ma arriva: in finale di secondo periodo si riportano avanti di 11 lunghezze (46-35).

Al rientro dagli spogliatoi i bianco – verdi entrano molto carichi e concreti: nei primi 4′ arriva il massimo vantaggio sul 60-40 per poi, nuovamente, calare l’intensità e finire i terzi 10′ sul 62-50.

Nell’ultimo periodo Fiume fa di tutto per rientrare, con le bombe e le scorribande di Gaspardo, ma Cordenons è brava a tenere botta e non mollare; il risultato finale è di 81-68.

Con questa vittoria la formazione di coach Nonis si assicura il terzo posto con due giornate di anticipo, con possibilità di aggianciare il secondo posto vincendo le rimanenti gare e sperando in due sconfitte di Fossalta.

Il prossimo impegno per i coccodrilli è fissato per sabato 3 marzo alle 20 in via Marco Polo contro Maniago di coach De Stefano.

3S CROCODILES CORDENONS – FIUME VENETO 81-68 (28-18, 46-35, 62-50)

CROCODILES: Dalmazi 14, Brusadin 5, Puppin, Busato 15, Scarpa 8, Campaner 8, Colussi 10, Toppan 2, Rinieri 4, Bagatella, Celant 3, Rado 10 (9 rebs). All. Nonis

FIUME VENETO: Foresto, Cremonesini ne, Russo 8, Di Chiara 6, Moro 2, Gaspardo 19, Pandolfo 1, Consonni, Fabbro 2, De Cicco 19, Burella 9, Toffolon 2. All. Celotto

Arbitri: Fedrigo e Nardi

Andrea Brusadin

Dopo le due belle vittorie precedenti, la squadra di coach Nonis è sulle ali dell’entusiasmo e fa visita al Sacile (che, insieme a Maniago, concorre per il terzo posto). L’obbiettivo numero uno è quello di rivendicare la brutta sconfitta dell’andata, e ovviamente vincere vuol dire allontanare Sacile dalla terza piazza.

Pronti, via ed è Sacile a partire forte. Cordenons è superficiale, mentre i locali sono piú concreti: 22-15 alla fine dei primi 10’.

Nel secondo quarto il motore 3S si scalda, le percentuali si alzano definitivamente e l’intensità difensiva è quella giusta: Sacile non ci capisce niente, e va negli spogliatoi sotto di 9 lunghezze (42-33).

Al rientro per i conclusivi 20’ si presenta una sola squadra: i bianco – verdi. Nei terzi 10’ entra tutto, Cordenons non concede nulla in difesa e al 30’ sono solo 4 i punti messi a referto da Malutta e compagni (66-37).

L’ultimo quarto è garbage time: Sacile molla completamente la presa, mentre i Crocodiles gestiscono il vantaggio senza nessun problema. Il punteggio finale è 76-54.

Il prossimo impegno per i coccodrilli è fissato per questa sera alla scuole medie di Cordenons alle 19.30 e affronterà il Fiume Veneto di coach Marco Celotto. Vincere oggi vorrebbe dire essere almeno terzi, in quanto Maniago ha perso con Fossaltese.

SACILE – 3S CROCODILES CORDENONS 54-76 (22-15, 33-42, 37-66)

SACILE: Malutta 4, Cais 6, Chiaradia 5, Marson 6, Viel 13, Vollaro, Lucchese 2, Corradi, Marchesin 4, Rennella 10, Zambon 6. All. Ortolan

CROCODILES: Dalmazi 13, Puppin 3, Busato 15 (11 rebs), Scarpa 11, Campaner 5, Colussi 10, Toppan 4, Rinieri, Bagatella 12 (7 fd), Rizzo, Celant 1, Malutta. All. Nonis

Arbitri: Varuzza e Fabbro

Andrea Brusadin

Dopo aver ritrovato il figlio rosa con Fontanafredda, i Crocodiles attendono Torre. Il derby, a qualsiasi livello, ha sempre un sapore particolare.

Dopo quello di andata, vinto dalla 3S con molta fatica, i padroni di casa vogliono dimostrare di che pasta sono fatti.

Il primo quarto è equilibrato, le percentuali non sono ottime e i padroni di casa finiscono in vantaggio di 3 lunghezze alla fine dei primi 10’.

Il secondo parziale comincia forte per i bianco – verdi che alzando la pressione riescono a recuperare e trasformare palloni importanti. Torre fa fatica a trovare il canestro, ma ciò nonostante termina sul -6 l’intervallo lungo (30-24).

Al rientro dagli spogliatoi i coccodrilli vogliono chiudere il match, e grazie ad una bella pallacanestro volano sul +15 a fine terzo parziale (50-35).

Nell’ultimo quarto Torre prova a rientrare in partita, ma i bianco – verdi sono bravissimi a respingere al mittente ogni tentativo di rimonta da parte degli ospiti. La partite finisce sul 59-48 per i Crocodiles che inanellano la seconda vittoria filata.

3S CROCODILES CORDENONS – TORRE 59-48 (13-10, 30-24, 50-35)

CROCODILES: Dalmazi 3, Puppin 4, Busato 11 (12 rebs, 6 fd), Scarpa 14, Obiri 2, Campaner 2, Boccalon 2, Bagatella 6, Iudica 2, Celant 11 (10 rebs), Malutta 3. All. Nonis

TORRE: Scaramuzza, Piccinin L. 10, Zigante 2, Pasquali 8, Poles, Nava 4, Marzano 2, Piccinin G. ne, Colussi 7, Meneguzzi 9, Mela 6. All. Cossutta

Arbitri: Palena e Fabbro

Andrea Brusadin

E’ la volta di Fontanafredda che fa visita, alle scuole medie di Cordenons, ai Crocodiles.

Come spesso accade, nei primi due quarti i padroni di casa “studiano” gli avversari. Il primo quarto è targato Michele Dalmazi che, praticamente da solo, scrive 18-14 per i bianco – verdi.

Nel secondo periodo i ragazzi di coach Nonis aumentano il divario tra loro e gli avversari, per perderlo quasi tutto vicino alla fine dei primi due quarti: all’intervallo il tabellone recita 26-24 per i padroni di casa.

Al rientro dagli spogliatoi la musica cambia totalmente, i coccodrilli cominciano a correre e sfruttare i loro vantaggi volando sul +13 a fine terzo quarto (48-35). Nell’ultimo e decisivo periodo, Dalmazi e soci continuano ad essere aggressivi ed a concedere pochissimo a Verardo e compagni; alla fine del match il punteggio è 68-53 per i Crocodiles che restano così in corsa per il secondo posto, sperando che Fossalta faccia qualche passo falso.

Il prossimo appuntamento per la 3S è fissato per sabato 10 febbraio nel derby contro Torre alle 18 alle scuole medie di Cordenons.

 

3S CROCODILES CORDENONS – FONTANAFREDDA 68-53 (18-14, 26-24, 48-35)

CROCODILES: Dalmazi 18, Puppin 9, Busato 23 (19 rebs, 7 fd), Obiri 6, Campaner 4, Colussi 4, Toppan 2, Boccalon, Bagatella, Cappellaro, Celant 2, Malutta. All. Nonis

FONTANAFREDDA: Candido ne, Cauz 3, Rossetti 1, Verardo 17, Vergani 10, Santarossa, Morandin 8, Ongaro 7, Burigana 4, De Rosa 3. All. Miotti

Arbitri: Zanelli e Miniutti

 

Andrea Brusadin

Dopo una prova convincente contro BVO, i Crocodiles di coach Nonis affrontano la Fossaltese; match importante in ottica secondo posto.

Pronti, via e subito Cordenons a fare la partita. A partire dalla difesa aggressiva e finendo con le conclusioni in contropiede; i padroni di casa sparacchiano da tre punti senza trovare canestri. 16-9 per gli ospiti alla fine dei primi 10′.

Nel secondo quarto la musica è la stessa, i bianco – verdi leggono bene la partita sfruttando i loro vantaggi arrivando sul 30-21 per poi rovinare tutto in pochi minuti: due bombe dei padroni di casa e all’intervallo i coccodrilli guidano sul 30-27.

Al rientro dagli spogliatoi, per la terza volte in altrettante occasioni, è Cordenons la squadra più pronta e si porta sul 46-39 alla vigilia degli ultimi 10′.

Nell’ultimo quarto black out totale da parte della 3S, la zona dei locali si rivela fatale e non fa più giocare come vorrebbero gli ospiti. Fossalta, dal canto suo, riesce addirittura a dominare in contropiede in tutto l’ultimo periodo facendo alzara bandiera bianca ai Crocodiles. 64-56 il punteggio finale in favore di Fossaltese.

La partita successiva in programma per la promo è contro Fontanafredda dell’ex bianco – verde Fabione Cauz.

FOSSALTESE – 3S CROCODILES CORDENONS 64-56 (9-16, 27-30, 39-46)

CROCODILES: Dalmazi 9, Puppin 7, Busato 5, Campaner 3, Colussi 8, Toppan 2, Bagatella 11, Rizzo 1, Celant 2, Malutta 1, Rado 7. All. Nonis

Arbitri: Casamichele e Angeli

 

Andrea Brusadin