Under 14 impegnati all’October Basket Tournament di Casara nel weekend appena concluso.

 

Ottima occasione per il gruppo Under 14, targato Stefano Bot Geometra, che nella kermesse, molto ben organizzata dalla Polisportiva Casarsa, ha avuto la possibilità di giocate ben 5 partite in due giorni, migliorando la chimica di squadra e affinando alcuni aspetti tecnici del gioco.

La formula prevedeva due gironi da 3 squadre, con le prime classificate ammesse direttamente alle semifinali, mentre seconde e terze dei due gironi obbligate a spareggiare per accedere agli incroci di semifinale.

Partita inaugurale proprio con i padroni di casa di coach Bosini (tecnico in casa 3S per un triennio). Dopo 5’ di equilibrio, i bianco-rossi mettono il turbo e se ne vanno oltre la doppia cifra di vantaggio. Prese le misure ai locali, Puppi e compagni rintuzzano il punteggio sotto le 10 lunghezze, ma la benzina finisce sul più bello della rimonta. Termina 43-35 per Casarsa.

Secondo match del girone Bianco con i ragazzi impegnati in un altro derby provinciale con il Torre Basket. La fisicità di Moschetta mette le ali al team di Spangaro, che vola sul 14-0 dopo appena 4’. Lenta e inesorabile la rimonta bianco-verde, ma come nella prima partita, il gap iniziale si fa sentire durante tutto l’arco della gara (53-45).

Le due sconfitte mandano allo spareggio la Stefano Bot Geometra, che incrocia la strada della Libertas Fiume Veneto. Partenza sprint per i colori bianco-verdi. Altissima intensità difensiva e buone scelte in attacco dilatano il vantaggio già nei primi 10’. Tutti i ragazzi coinvolti trovano spunti positivi in entrambe le metà campo, e anche il sussulto di rimonta finale dei fiumani viene gestito al meglio (vittoria per 54-40), guadagnando così la semifinale.

Semifinale che vede i ragazzi nuovamente opposti ai bianco-rossi di casa. La partenza è di quelle lanciate. La gioia e il piacere di condividere la palla in attacco, consente di trovare ottime soluzioni, e i tiri aperti si trasformano in canestri ben costruiti dalla squadra, garantendo un margine di 6/8 punti. La verve dei ragazzi di Bosini si fa sentire, specialmente nel secondo tempo, quando il team di casa accorcia il margine e mette meritatamente la freccia negli ultimi 60” insaccando i due liberi del +1. Sul decisivo possesso finale, la palla della possibile finale si infrange sul ferro (44-43 Casarsa sulla sirena conclusiva). Tanti applausi per Zago e soci, che rispetto alla gara del giorno precedente hanno fatto sudare le proverbiali 7 camice agli avversari, giocando una partita tosta e concreta.

La finale 3°/4° posto ripropone un altro re-match, contro il Torre Basket di Marco Spangaro. Le battute iniziali sono in fotocopia alla semifinale. Intensità difensiva a tutto campo e buone scelte di tiro. Il risultato è un break che porta i nostri anche sopra la doppia cifra di vantaggio. Moschetta non ci stà e riapre il match con incursioni al ferro e presenza nel pitturato. Si gioca così un secondo tempo sul filo dell’equilibrio, con i bianco-verdi bravi a gestire i possessi decisivi degli ultimi due minuti di gioco,  allungando sino al 58-44 finale.

Esperienza bella (complimenti all’organizzazione di casa), utile e costruttiva. La nota più convincente è stata la capacità di migliorare sia individualmente che di gruppo nei due giorni. Aspetto di notevole importanza e per nulla scontato. Bravi ragazzi e avanti così.

Sabato 12 Ottobre

Girone Bianco

Polisportiva Casarsa vs Stefano Bot Geometra 43-35

Torre Basket vs Stefano Bot Geometra 53-45

Domenica 13 Ottobre

Spareggio

Libertas Fiume Veneto vs Stefano Bot Geometra 40-54

Semifinale

Polisportiva Casarsa vs Stefano Bot Geometra 44-43

Finale 3°/4° Posto

Stefano Bot Geometra vs Torre Basket 58-44

C Silver – Martedì 20 Agosto, 18.30-20.30 Palazzetto

Under 20 (2000, 2001) – Martedì 20 Agosto, 18.30-20.30 Palazzetto

Promozione – Mercoledì 21 Agosto, 19.00-20.30 Palazzetto

Under 18 (2002, 2003)- Mercoledì 21 Agosto, 19.00-20.30 Palazzetto

Under 16 (2004) – Giovedì 22 Agosto, 18.00-20.00 Palazzetto

Under 15 (2005) – Giovedì 22 Agosto, 18.00-20.00 Palazzetto

Under 14 (2006) – Mercoledì 21 Agosto, 17.30-19.00 Palazzetto

Under 13 (2007) – Lunedì 26 Agosto, 18.00-19.30 Palazzetto

Esordienti (2008) – Lunedì 26 Agosto, 18.00-19.30 Palazzetto

Mandiamo in archivio una stagione lunga e impegnativa, con risultati inattesi sia di squadra che individuali. Dalla C Silver sino agli Esordienti, passando per tutte le compagini del settore giovanile, siamo felici e sorpresi dei progressi e della passione, a tratti contagiosa, con cui i ragazzi hanno affrontato l’annata.

Calato il sipario 2017/18, siamo agli albori di una nuova avventura, targata 2018/19, che ci vedrà affrontare tutti i campionati giovanili e due senior, e andando nel dettaglio, la programmazione delle squadre sarà cosi composta.

Annata 2007 – ESORDIENTI – Coach Marco Rinieri e Matteo Basaldella.

Annata 2006 – UNDER 13 Elite – Coach Luca Pupulin

Annata 2005 – UUNDER 14 – Coach Domenico Fantin

Annata 2004 – UNDER 15 Eccellenza – Coach Roberto Palermo

Annata 2003 – UNDER 16 Eccellenza – Coach Matteo Celotto e Luca Pupulin

Anndata 2002/2001 – UNDER 18 – Coach Matteo Celotto e Paolo Pontani

Annate 2000/1999 – UNDER 20 – Coach Andrea Beretta

Promozione – Coach Paolo Pontani

C Silver – Coach Andrea Beretta e Andrea Santarossa

Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi, Fabio Boccalon proseguirà nel ruolo di Dirigente Responsabile, e Matteo Celotto in quello tecnico del Settore Giovanile. Il Prof. Andrea Santarossa, come nella passata stagione, sarà il responsabile della preparazione fisica per tutti i gruppi giovanili e senior della società.

La società rende noto, che a malincuore, è stata presa la decisione di non partecipare al campionato Under 18 Eccellenza, che da questa stagione torna ad essere a carattere nazionale sin dalla prima fase. Un’attenta e oculata valutazione rispetto ai criteri organizzativi di tale campionato, ha fatto propendere verso la decisione di optare per l’alternativa regionale.

Dirigenti, consiglio direttivo, presidente e staff tecnico, colgono l’occasione per ringraziare i coach Ivan Nonis e Simone Pizzioli, per quanto fatto nel percorso intrapreso insieme, augurando il meglio per le nuove avventure, e consapevoli che questo è solo un arrivederci.

A tutti i nostri atleti, alle loro famiglie e ai nostri allenatori, auguriamo una buona estate, rigenerante, in vista di una nuova e coinvolgente stagione.

Si avvisano gli atleti e le famiglie degli stessi, che nelle seguenti giornate, la società illustrerà i programmi tecnici ed organizzativi per la stagione 2018/2019.

Mercoledì 4 luglio – Palazzetto dello Sport, sala riunioni

Ore 20.15 – Annata 2007;

Ore 20.30 – Annata 2006;

Ore 20.45 – Annata 2004;

Giovedì 5 luglio – Palazzetto dello Sport, sala riunioni

Ore 20.15 – Annata 2005

Ore 20.30 – Annata 2003

Ore 20.45 – Annate 2002, 2001, 2000, 1999

Ultima partita di campionato, ed il palazzetto di via Avellaneda ospita Visintin e compagni.

Fin dalle prime battute si aspetta una bella partita, combattuta: nel primo periodo a Visintin risponde Ndompetelo. 22-15 per i triestini.

Il secondo quarto continua sui binari del primo, con le due compagini che rispondono colpo su colpo; un guizzo sul finir di primo tempo di Azzurra gli permette di andare negli spogliatoi sul +13 (46-33).

Al rientro dalla pausa lunga la musica cambia, i bianco – verdi mettono sul piatto cuore ed orgoglio, ed aumentando l’aggressività difensiva mettono in difficoltà la squadra avversaria; il terzo quarto viene vinto dalla 3s, ed il tabellone recita 66-54 per Trieste.

L’ultima frazione non è per i deboli di cuore: piano piano, punto su punto, Cordenons ricuce lo svantaggio fino a giocarsi la partita all’ultimo possesso. Sul -2 (79-81) a 20″ dalla fine, gli ospiti hanno 3 falli da spendere e lo fanno con intelligenza; sull’azione finale di Ndompetelo gli avversari sono bravi a non farlo tirare ed il match si conclude qui.

Ciò nonostante, facciamo i complimenti ai nostri ragazzi per non aver mollato fino alla fine. Vince Azzurra (che giocherà le finali nazionali a Cagliari) 81-79.

BOT UNIPERSONALE – AZZURRA TRIESTE 79-81 (15-22, 33-46, 54-66)

BOT UINPERSONALE: Bortolus 13, Brusadin 2, Molent, Turrin 2, Valese 4, Baccin, Nicolao 3, Dal Maso 6, Della Toffola 10 (19 rebs, 7 ast), Ndompetelo 28 (10 rebs, 8 fd), Lomele 11 (11 rebs). All. Fantin, Ass. Brusadin

AZZURRA: Covi 3, Nazzaro 2, Gallo 7, Mermoglia 13, Bavdaz 2, Gregori 5, Ulacci 6, Cigotti, Visintin 28, Camporeale 9, Zacchigna 2, Lo Duca 4. All. Ponga

Arbitri: Cossutta e Miniutti

Andrea Brusadin

Partita da dimenticare per i ragazzi di coach Fantin, che avevano una ghiotta opportunità di blindare il terzo posto in caso di vittoria.

Ma vittoria non è, ed anzi la partita con Udine è un’ennesima lezione (dopo Pall. Ts e Azzurra).

Dopo la prova convincente dell’andata contro il team di Micalich, i padroni di casa avevano una brutta figura da riscattare; il primo periodo, però, vede i bianco – verdi stare in scia per tutti i primi 10′ arrendendosi solo sul 22-18 con una tripla da metà campo proprio del beniamino udinese.

E’ dall’inizio del secondo quarto che Cordenons esce dalla partita, in attacco non c’è sicurezza e fluidità e non si fa mai canestro (4 punti nei secondi 10′), in difesa permette contropiedi su contropiedi e tanti rimbalzi offensivi. Il risultato è 47-22 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi Lomele e compagni provano quantomeno a salvare la faccia, ma proprio non è giornata: anche il terzo quarto è dominato dagli udinesi che finiscono sul 61-28.

L’ultimo periodo non ha nulla da dire alla partita, e i cordenonesi non vedevano l’ora finisse. Finisce 75-41 per l’Apu che continua a rincorrere il sogno secondo posto. La 3S, invece, rischia il quinto posto: tutto dipende dall’ultima sfida contro l’Azzurra Trieste di Visintin sabato 29 aprile alle 15 al palazzetto di Cordenons.

APU GSA UDINE – BOT UNIPERSONALE 75-41 (22-18, 47-22, 61-28)

UDINE: Bonello 6, Micalich F. 6, Zucconi 2, Pittioni 7, Parri, Venturi 22, Serino 6, Moroni ne, Susana 6, Micalich E. 17, Beorchia 2. All. Casirianni, Ass. Terenzani

BOT UNIPERSONALE: Bortolus, Brusadin 3, Molent, Valese 2, Nicolao 3, Dal Maso, Della Toffola 7 (16 rebs), Ndompetelo 9, Lomele 15 (8 rebs), Scola 2. All. Fantin, Ass. Brusadin

Arbitri: Fornaro e Ceolin

Andrea Brusadin

Dopo la fatica fatta contro Fiume Veneto, c’è voglia di riscatto da parte dei ragazzi di coach Fantin (nell’occasione allenati dall’assistente Brusadin).

Pronti, via e Cordenons subito che guida la gara partendo dalla difesa per correre in attacco; nel finire di primo periodo, però, i bianco – verdi si distraggono un po’ troppo e permetto agli udinesi di tornare lì. 20-17 alla fine dei primi 10′.

Nel secondo quarto la difesa si alza e, concedendo solo 7 punti agli avversari, la Bot si porta sul +22 all’intervallo (46-24).

Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, la 3S ha capito come giocare questa partita e non accenna ad arrendersi. 66-35 dopo 30′.

Anche nell’ultimo periodo, nonostante il grande vantaggio, la pressione e l’atteggiamento dei cordenonesi è quello giusto, tanto da aumentare il divario anche negli ultimi 10′. Il match finisce 89-44 per i bianco – verdi.

BOT UNIPERSONALE – LAIPACCO 89-44 (20-17, 46-24, 66-35)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 2, Moroldo 3, Brusadin 6, Molent 3, Turrin 2, Valese 3, Nicolao 19, Baccin 4, Dal Maso 7, Della Toffola 15 (14 rebs), Ndompetelo 18, Lomele 7. All. Brusadin, Ass. Fantin

LAIPACCO: Fattori, Santini, Martincig 11, Radosavljevic 2, Zilli, Piccoli 4, Leita 2, Pitasso 4, Barbante 4, Tessitori 14, Fiorini, Nicolicchia 2. All. Zucca, Ass. Grison

Arbitri: Gava e Lot

Andrea Brusadin

Dopo il rinvio per ben due volte, finalmente la 3S targata Bot affronta Fiume Veneto di coach Consonni.

L’inizio partita è targato Cordenons, con gli ospiti che fanno fatica a trovare buone soluzioni offensive e soffrono molto la fisicità dei bianco – verdi. 24-13 dopo i primi 10′.

I seguenti 10′ vede la reazione dei fiumani, che aggrappati all’orgoglio cominciano a giocare una bella pallacanestro e mettono in difficoltà i padroni di casa vincendo 15-10 il secondo periodo. Si va negli spogliatoi con il tabellone che recita 34-28 per la Bot.

Al rientro dagli spogliatoi, Cordenons flirta con il “mamma butta la pasta” ma la tenacia degli ospiti non glielo permette; Cordenons più volte mette più di 10 punti di differenza tra loro e gli avversari, ma non riescono a chiudere il match. 46-36 dopo 30′.

Nell’ultimo quarto accade quello che la 3S non vuole: i locali mollano la presa, mentre gli ospiti non mollano e riescono a ricucire tutto il gap presente. A pochi secondi dalla fine Fiume Veneto è a -3 (61-58) e Di Noto subisce fallo da tre punti da Lomele. 3/3 e overtime.

Nell’overtime Ndompetelo si carica la squadra sulle spalle e, ben supportato da Della Toffola e Nicolao, riesce a chiudere il match sul 68-62.

Il prossimo appuntamento dei ragazzi di coach Fantin nel campionato u14 è fissato per domenica 8 aprile alle 15 al palazzetto di via Avellaneda contro Laipacco.

BOT UNIPERSONALE – FIUME VENETO 68-62 dts (24-13, 34-28, 46-36, 61-61)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 6, Brusadin 3, Molent, Turrin, Valese 3, Nicolao 12, Della Toffola 8 (19 rebs), Ndompetelo 26 (10 rebs), Lomele 10 (11 stl, 9 rebs), Scola. All. Fantin

FIUME VENETO: Pizzinato 9, Capovilla, Minetto 9, De Nadai, Di Noto 15, Veronese 12, Zucchet 1, Ciman ne, Scarso, Peresson 14. All. Consonni

Arbitri: Tamai

Andrea Brusadin