Rientro dalle vacanze, sulla carta, facile per i ragazzi di coach Fantin.
Tutto secondo copione, nonostante qualche assenza.
Primo quarto che subito dà un’impronta alla partita, finisce 31-16 per i bianco – verdi.
Nel secondo quarto il match continua sugli stessi binari, anche se le impressioni che danno i ragazzi di coach Zucca sono più che positive.
Si va negli spogliatoi con il tabellone che recita 47-27 per gli ospiti.
Al rientro dagli spogliatoi coach Fantin si prende il lusso di dare ampie rotazioni al suo team, dando l’opportunità a tutti di dire la propria.
Il terzo periodo finisce sul 70-42, mentre alla sirena finale il punteggio si fissa sul 94-58 per i ragazzi targati Bot Unipersonale.
Il prossimo appuntamente per i nostri atleti è fissato per mercoledí 17 gennaio alle 18 alle medie di Cordenons, contro l’APU Udine.

LAIPACCO – BOT UNIPERSONALE 58-94 (16-31, 27-47, 42-70)
LAIPACCO: Fattori, Santini, Martincig 13, Radosavljievic, Zilli 6, Piccoli 10, Leita 6, Pitasso, Tessitori 19, Fiorini 2, Nicolicchia. All. Zucca
BOT UNIPERSONALE: Brusadin 5 (7 rebs), Molent 7, Turrin 3, Valese 4, Baccin 7, Nicolao 11, Dal Maso 12, Della Toffola 29 (14 rebs, 7 fd), Ndompetelo 16 (16 rebs, 7 stl), Lomele ne. All. Fantin, Ass. Brusadin

Arbitri: Di Lenardo e Cotugno

Andrea Brusadin

Prima sconfitta che fa male per i ragazzi di coach Fantin contro la Pallacanestro Trieste.

Il match inizia subito male, Trieste immediatamente aggressiva mentre Cordenons rimane passivo per buona parte del primo periodo: 28-16 per i locali.

Il secondo quarto è la fotocopia del primo, con la compagine di coach Pensabene che mette fisicità e voglia ed allunga ulteriormente; gli ospiti sembrano rimasti a casa, giocano con scarsa attenzione e scarsissima voglia.

48-29 alla pausa lunga.

Al rientro dagli spogliatoi i bianco – verdi sembrano avere una faccia diversa, quantomeno provano a salvarci la faccia; il terzo periodo è giocato con altra voglia rispetto al primo tempo, ma l’attenzione sui dettagli da parte dei triestini fa sì che il parziale del terzo periodo li veda ancora nettamente favoriti: 62-44 alla fine dei terzi 10’.

Nell’ultimo periodo Lomele & co si svegliano, sono bravi a non mollare ed a rosicchiare punti su punti fino ad arrivare al -11 (70-59) a 3’ dal termine.

L’ultimo a mollare per la compagine cordenonese è Ndompetelo, autore di una solidissima prova, ma non può nulla contro capitan Rolli e soci.

Finisce 74-61 in favore di Trieste.

Il prossimo appuntamento per i nostri ragazzi è fissato il 7 gennaio e faremo visita al Laipacco alle ore 11.

PALL. TRIESTE 2004 – BOT UNIPERSONALE 74-61 (28-16, 48-29, 44-62)

TRIESTE: Rolli 21, De Giuseppe 4, Eva 6, Dlosimicky 4, Melis 2, Ukmar 4, Tagliaferro, Bonano 13, Anell, Galasco 2, Piccin 16, Persico. All. Pensabene, Ass. Buna, Tommasi

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 1, Moroldo, Brusadin, Molent, Turrin, Valese 4, Baccin, Nicolao 6 (6 rebs), Dal Maso 7, Della Toffola 7 (9 rebs), Ndompetelo 29 (12 rebs, 9 fd), Lomele 7 (9 rebs, 5 ast, 5 stl, 9 fd). All. Fantin, Ass. Brusadin

Arbitri: Lunardelli e Babic

Andrea Brusadin

Ennesima vittoria per i ragazzi di coach Fantin, che ora andranno incontro a partite fondamentali e difficili.

Questa volta il referto rosa è arrivato nei confronti del Liventeam di coach Tison.

Fin dalle prime battute si capisce l’esito della gara, ma non per questo Lomele e compagni fanno il minimo indispensabile.

Nel primo periodo il contropiede la fa da padrone, 25-8 per i bianco – verdi.

Nel secondo periodo continuano le sostituzioni per coach Fantin che dà ampi spazi anche ad alcuni u13; si va alla pausa lunga con un tap – in di Dal Maso sulla sirena per il 47-24 interno.

Al rientro dagli spogliatoi Del Ben & co sembrano addormentati e nei terzi 10’ realizzano solo 2 punti con nessun canestro dal campo: chiude il periodo ancora Dal Maso con due triple consecutive (la seconda sulla sirena) per il 64-26 Bot Unipersonale.

L’ultimo quarto è garbage time, con ampie rotazioni da ambo le parti; la partite finisce 76-43 per la 3S che resta imbattuta in attesa delle partite più importanti.

Il prossimo impegno è fissato per giovedì 7 dicembre alle 19.30 all’Alma Arena di Trieste contro Pall. Ts 2004.

BOT UNIPERSONALE – LIVENTEAM 76-43 (25-8, 47-24, 64-26)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 4 (5 ast), Moroldo 5, Brusadin 3, Molent, Baccin 2, Nicolao 12, Dal Maso 10, Della Toffola 16 (6 rebs), Ndompetelo 10 (7 rebs), Lomele 14 (12 rebs, 7 ast, 5 stl), Casara, Scola. All. Fantin, Ass. Brusadin

LIVENTEAM: Belle, Tison, Del Ben 4, Pivetta, Polles 11, Gattel 17, Minelle, Tadiotto, Moro 2. All. Tison

 

Arbitri: Gattullo e Fantuz

Partita sentitissima al palazzetto di via Avellaneda, con gli u14 di coach Fantin che hanno la possibilità di rifarsi contro Cordovado dopo la cocente sconfitta della passata stagione.

Fin dal primo minuto gli ospiti fanno capire di che pasta sono fatti, non mollando un centimetro in attacco e in difesa; i nostri ragazzi accusano la pressione e fanno fatica a giocare chiudendo il primo periodo sotto di 2 lunghezze (25-23).

Il secondo quarto ha una storia diversa: Cordenons entra con un’altra faccia ed impone il proprio ritmo andando a comandare nel punteggio fino al +8, per poi sciupare qualche pallone di troppo nel finale dei secondi 10’ e chiudere il primo tempo sopra di 4 (46-42).

Al rientro dagli spogliatoi la partita resta in totale equilibrio, e il terzo parziale finisce 62-62.

Gli ultimi 10’ per i padroni di casa iniziano malissimo, prendendo un 9-0 per il 71-62; dopo il time-out di coach Fantin e il rientro di Ndompetelo (13 punti nel quarto decisivo) cambia l’inerzia: Cordenons alza l’intensità difensiva e corre in contropiede rispondendo con un parziale di 29-6 che chiude definitivamente il match.

Punteggio finale 91-77 per Cordenons che resta, così, ancora imbattuta.

Il prossimo impegno è fissato per giovedì 30 novembre in trasferta contro Pall. Trieste alle 18.

BOT UNIPERSONALE – CORDOVADO 91-77 (23-25, 46-42, 62-62)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 16, Moroldo, Brusadin, Molent, Turrin, Valese 2, Nicolao 15, Dal Maso 7, Della Toffola 11 (19 rebs), Ndompetelo 23 (12 rebs), Lomele 17 (17 rebs, 7 ast, 7 stl), Casara. All. Fantin, Ass. Brusadin

CORDOVADO: Valoppi 15, Bot G. 13, McCanick, Bot T. 29, Melicchio ne, Bernard ne, Pasqualini 7, Cudini ne, Geromin 11, Polito, Della Mora, Lizzani 2. All. Pivetta

 

Arbitri: Cossutta e Favaretto

Andrea Brusadin

Trasferta a San Daniele per i ragazzi di coach Fantin, che colgono un referto rosa sul velluto, nonostante un primo quarto coraggioso per i ragazzi di coach Sgoifo.

Nel primo periodo di gioco, appunto, i nostri ragazzi sono partiti alla grande arrivando sul 18-8 per poi staccare la spina e ritrovarsi sopra di sole due lunghezze alla fine dei primi 10’ (26-24).

Nella seconda frazione la musica cambia, complice anche l’energia di Nicolao con tutto il resto della squadra che lo segue a ruota e nei secondi 10’ piazza un break di 34-5. Si va negli spogliatoi sul 60-29.

Nel terzo e quarto periodo coach Fantin può prendersi il lusso di fare ampie rotazioni per fare giocare tutti; il terzo periodo finisce sul 78-44, mentre alla sirena finale il tabellone recita 92-54 per i nostri ragazzi.

Il prossimo appuntamento per la 3S targata Stefano Bot è fissato per domenica 19 novembre alle 15 in casa contro Cordovado, campione provinciale in carica.

 

SAN DANIELE – BOT UNIPERSONALE 54-92 (24-26, 29-60, 44-78)

SAN DANIELE: Cescutti 2, Kicev 16, Zitiello, Clara, Bellese 11, Quai 7, Celotti, Polo, Midena ne, Duic 14, Ortis 4, Bano ne. All. Sgoifo

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 12, Moroldo 4, Brusadin 4, Molent 8, Turrin 4, Valese 3 (6 rebs), Baccin, Nicolao 10 (8 rebs, 9 stl, 6 fd), Dal Maso 10, Della Toffola 11 (12 rebs), Ndompetelo 10, Lomele 16. All. Fantin, Ass. Brusadin

 

Arbitri: Fornaro e Romeo

 

Andrea Brusadin

Domenica mattina positiva per i ragazzi di coach Fantin impegnati a Fiume Veneto.

Il primo quarto è in sostanziale equilibrio: Peresson da una parte, Lomele dall’altra e dopo i primi 10’ Cordenons conduce per 15-10.

Nel secondo periodo gli ospiti aumentano l’aggressività e corrono in contropiede; a difesa schierata, invece, la fisicità della squadra bianco – verde si fa sentire (in particolar modo con Della Toffola) e si va negli spogliatoi con il tabellone che recita 23-39.

All’inizio del terzo quarto coach Fantin deve fare a meno di Lomele con 3 falli; i padroni di casa non intendono mollare un centimetro, con molta aggressività da parte dei piccolini di coach Consonni riescono a terminare il terzo periodo ancora sul -16 (33-49).

Negli ultimi 10’ minuti Fiume Veneto pare stanca, e il solo Peresson non ce la può fare: Dal Maso e Ndompetelo mettono la parola fine al match che si conclude sul 41-72.

Prossimo impegno per la 3S targata Bot è fissato a venerdi 10 novembre alle 18.30 a San Daniele.

FIUME VENETO – BOT UNIPERSONALE 41-72 (10-15, 23-39, 33-49)

FIUME VENETO: Azzinato 4, Capovilla 4, Minetto, De Nadai, Bortolussi, Di Noto, Veronese 6, Zucchet 2, Ciman, Scarso 5, Peresson 13. All. Consonni

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 4, Moroldo 2, Brusadin 2, Molent, Turrin, Valese 4, Baccin, Nicolao 6 (7 rebs), Dal Maso 9, Della Toffola 7 (10 rebs), Ndompetelo 20 (9 rebs), Lomele 18 (19 rebs). All. Fantin, Ass. Brusadin

Arbitri: Meneguzzi e Perissinot

Sveglia presto per i ragazzi di coach Fantin, che, dopo la vittoria nell’esordio in campionato, partecipano al torneo di Codroipo.

Prima partita alle 9.15 contro la Libertas Pasiano: partita fin dalle prime battute indirizzata verso i bianco – verdi vista anche la predominanza fisica; il primo periodo finisce sul 26-10.

Il secondo quarto il divario continuo e aumenta, con coach Fantin che si prende il lusso di far giocare tutti (anche due 2005).

Fine primo tempo: 49-11.

Nel terzo e quarto periodo si ripete quanto successo nella prima metà di gioco.

Il match finisce sul 104-26 ed è finale!

Dopo un bellissimo pranzo e la finale per il terzo e quarto posto, si gioca la finale tra Bot Unipersonale e Laipacco.

Sembra il copia e incolla della prima partita: la predominanza fisica la fa da padrone, e il primo periodo finisce sul 25-9 per i cordenonesi.

Lomele e Della Toffola continuano il loro show, portando la loro squadra sul +27 (44-17) all’intervallo.

Gli ultimi due periodi sono puro garbage time, con ampie rotazioni da parte di coach Fantin: 86-32 finale ed è primo posto!

Complimenti ai nostri ragazzi, in particolar modo a Michele Nicolao che, nonstante la vittoria del torneo, è anche stato riconosciuto come MVP dello stesso.

BOT UNIPERSONALE – LIBERTAS PASIANO 104-26 (26-10, 49-11, 74-19)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 4, Brusadin 10, Molent 6, Turrin 12, Valese 8, Nicolao 12, Dal Maso 9, Della Toffola 12 (12 rebs), Ndompetelo 11, Lomele 12 (6 blk), Ugel 2, Evans 6. All. Fantin

LIBERTAS PASIANO: Monti, Salomone, Leita 5, Bravo 2, Kennedy 4, Pascoli 4, Miotto 1, Degano 6, Aidinosli, Gallina, Diaw, Panuccio 4. All. De Colle

 

BOT UNIPERSONALE – LAIPACCO 86-32 (25-9, 44-17, 65-26)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 6, Brusadin 4, Molent 2, Turrin 4, Valese 4, Nicolao 8, Dal Maso 10, Della Toffola 16 (14 rebs), Ndompetelo 10, Lomele 18, Ugel 2, Evans 2. All. Fantin

LAIPACCO: Fattori 2, Santini, Rodosavlijevic, Zilli 7, Piccoli 9, Pitasso 2, Barbante, Tessitori 10, Fiorini 1, Nicolicchia, Leita 1. All. Zucca

Comincia con una vittoria ai danni del Gonars il campionato dell’under 14 targata Stefano Bot.

Partita indiscussa fin dai primissimi minuti: primo periodo dominato dai cordenonesi con le scorribande di Lomele e Ndompetelo e le giocate di Dal Maso.

Primo quarto che si conclude sul 18-3 per i padroni di casa.

Nella seconda frazione la 3S rientra in campo con meno aggressività difensiva e disattenta in attacco, permettendo ai ragazzi di coach Parpinel di rosicchiare qualche punto fino al -11 (23-12) e concludere i primi 20’ sul 29-16 interno.

Al rientro dagli spogliatoi i bianco – verdi tornano ad essere aggressivi in difesa ed a correre in contropiede, facendo capire a coach Fantin che la strigliata dell’intervallo è arrivata al mittente; per gli ospiti gli unici a non mollare sono Di Biaggio e Tuan, ma Cordenons sbaglia poco e niente chiudendo il terzo quarto sul 51-22.

Ultimo periodo di “garbage time” e, soprattutto, utile per migliorarsi ulteriormente e dare spazio a tutti i ragazzi.

Il match finisce sul 66-38 per i nostri ragazzi, che festeggiano la prima vittoria stagionale.

Il prossimo impegno per l’under 14 è fissato a domenica 5 novembre alle ore 11 in trasferta contro Fiume Veneto; invece, la squadra è impegnata sabato 4 novembre alle 15.30 alle scuole medie di Cordenons contro Casarsa per l’esordio del campionato under 15 regionale.

BOT UNIPERSONALE – LIBERTAS GONARS 66-38 (18-3, 29-16, 51-22)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 4, Moroldo, Brusadin 3, Molent 2, Turrin, Valese 4, Baccin, Nicolao 5, Dal Maso 14, Della Toffola 7 (14 rebs), Ndompetelo 14, Lomele 13 (10 rebs, 7 stl). All. Fantin, Ass. Brusadin

LIBERTAS GONARS: Tuan 2, Toniutti, Di Leo, Billia 2, Martinelli, Cuccu 2, Di Biaggio 8, Fabro 2, Lacovig 7, Bortolussi 4, Malisan 9, Masolini 2. All. Parpinel

Andrea Brusadin

Tutti gli atleti che hanno già sostenuto e superato positivamente la visita medico sportiva, qualora non avessero ancora provveduto a farlo, sono pregati di consegnare il certificato medico in segreteria il prima possibile. Le giornate in cui sarà possibile farlo sono: Martedì 17:00-19:15 e Venerdì 17:00-19:15.

Ringraziando tutti per la collaborazione, vi auguriamo una stagione ricca di soddisfazione.

Il presidente e il consiglio direttivo

Aaron Lomele
Getsche Ndompetelo

Quello appena trascorso, è stato un week carico di emozioni forti e ricco di orgoglio per la nostra società. Partiamo da lontano. Il primo acuto è giunto dai monti lombardi. Bormio per la precisione, dove Aaron Lomele e Getsche Ndompetelo
, indossando la divisa del Friuli Venezia Giulia, si sono dovuti arrendere solamente alla selezione della Lombardia, nella finale per il primo e secondo posto al trofeo Bulgheroni, anticamera del torneo delle Regioni, e autentico palcoscenico nazionale.

Più o meno alla stessa ora, nella vicina Udine, Edward Oyeh, si cuciva sul petto il tricolore di campione italiano Under 18, con i colori bianco-neri della Virtus Bologna. Edy, partito proprio da Cordenons, è approdato in Emilia 12 mesi fa, ed è tornato in Friuli a prendersi il titolo italiano di categoria.

Edward Oyeh

Al nostro trio, non possiamo che fare i più sinceri e sentiti complimenti. Bravi Ragazzi!!!