Sveglia presto per i ragazzi di coach Fantin, che, dopo la vittoria nell’esordio in campionato, partecipano al torneo di Codroipo.

Prima partita alle 9.15 contro la Libertas Pasiano: partita fin dalle prime battute indirizzata verso i bianco – verdi vista anche la predominanza fisica; il primo periodo finisce sul 26-10.

Il secondo quarto il divario continuo e aumenta, con coach Fantin che si prende il lusso di far giocare tutti (anche due 2005).

Fine primo tempo: 49-11.

Nel terzo e quarto periodo si ripete quanto successo nella prima metà di gioco.

Il match finisce sul 104-26 ed è finale!

Dopo un bellissimo pranzo e la finale per il terzo e quarto posto, si gioca la finale tra Bot Unipersonale e Laipacco.

Sembra il copia e incolla della prima partita: la predominanza fisica la fa da padrone, e il primo periodo finisce sul 25-9 per i cordenonesi.

Lomele e Della Toffola continuano il loro show, portando la loro squadra sul +27 (44-17) all’intervallo.

Gli ultimi due periodi sono puro garbage time, con ampie rotazioni da parte di coach Fantin: 86-32 finale ed è primo posto!

Complimenti ai nostri ragazzi, in particolar modo a Michele Nicolao che, nonstante la vittoria del torneo, è anche stato riconosciuto come MVP dello stesso.

BOT UNIPERSONALE – LIBERTAS PASIANO 104-26 (26-10, 49-11, 74-19)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 4, Brusadin 10, Molent 6, Turrin 12, Valese 8, Nicolao 12, Dal Maso 9, Della Toffola 12 (12 rebs), Ndompetelo 11, Lomele 12 (6 blk), Ugel 2, Evans 6. All. Fantin

LIBERTAS PASIANO: Monti, Salomone, Leita 5, Bravo 2, Kennedy 4, Pascoli 4, Miotto 1, Degano 6, Aidinosli, Gallina, Diaw, Panuccio 4. All. De Colle

 

BOT UNIPERSONALE – LAIPACCO 86-32 (25-9, 44-17, 65-26)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 6, Brusadin 4, Molent 2, Turrin 4, Valese 4, Nicolao 8, Dal Maso 10, Della Toffola 16 (14 rebs), Ndompetelo 10, Lomele 18, Ugel 2, Evans 2. All. Fantin

LAIPACCO: Fattori 2, Santini, Rodosavlijevic, Zilli 7, Piccoli 9, Pitasso 2, Barbante, Tessitori 10, Fiorini 1, Nicolicchia, Leita 1. All. Zucca

Comincia con una vittoria ai danni del Gonars il campionato dell’under 14 targata Stefano Bot.

Partita indiscussa fin dai primissimi minuti: primo periodo dominato dai cordenonesi con le scorribande di Lomele e Ndompetelo e le giocate di Dal Maso.

Primo quarto che si conclude sul 18-3 per i padroni di casa.

Nella seconda frazione la 3S rientra in campo con meno aggressività difensiva e disattenta in attacco, permettendo ai ragazzi di coach Parpinel di rosicchiare qualche punto fino al -11 (23-12) e concludere i primi 20’ sul 29-16 interno.

Al rientro dagli spogliatoi i bianco – verdi tornano ad essere aggressivi in difesa ed a correre in contropiede, facendo capire a coach Fantin che la strigliata dell’intervallo è arrivata al mittente; per gli ospiti gli unici a non mollare sono Di Biaggio e Tuan, ma Cordenons sbaglia poco e niente chiudendo il terzo quarto sul 51-22.

Ultimo periodo di “garbage time” e, soprattutto, utile per migliorarsi ulteriormente e dare spazio a tutti i ragazzi.

Il match finisce sul 66-38 per i nostri ragazzi, che festeggiano la prima vittoria stagionale.

Il prossimo impegno per l’under 14 è fissato a domenica 5 novembre alle ore 11 in trasferta contro Fiume Veneto; invece, la squadra è impegnata sabato 4 novembre alle 15.30 alle scuole medie di Cordenons contro Casarsa per l’esordio del campionato under 15 regionale.

BOT UNIPERSONALE – LIBERTAS GONARS 66-38 (18-3, 29-16, 51-22)

BOT UNIPERSONALE: Bortolus 4, Moroldo, Brusadin 3, Molent 2, Turrin, Valese 4, Baccin, Nicolao 5, Dal Maso 14, Della Toffola 7 (14 rebs), Ndompetelo 14, Lomele 13 (10 rebs, 7 stl). All. Fantin, Ass. Brusadin

LIBERTAS GONARS: Tuan 2, Toniutti, Di Leo, Billia 2, Martinelli, Cuccu 2, Di Biaggio 8, Fabro 2, Lacovig 7, Bortolussi 4, Malisan 9, Masolini 2. All. Parpinel

Andrea Brusadin

Tutti gli atleti che hanno già sostenuto e superato positivamente la visita medico sportiva, qualora non avessero ancora provveduto a farlo, sono pregati di consegnare il certificato medico in segreteria il prima possibile. Le giornate in cui sarà possibile farlo sono: Martedì 17:00-19:15 e Venerdì 17:00-19:15.

Ringraziando tutti per la collaborazione, vi auguriamo una stagione ricca di soddisfazione.

Il presidente e il consiglio direttivo

Aaron Lomele
Getsche Ndompetelo

Quello appena trascorso, è stato un week carico di emozioni forti e ricco di orgoglio per la nostra società. Partiamo da lontano. Il primo acuto è giunto dai monti lombardi. Bormio per la precisione, dove Aaron Lomele e Getsche Ndompetelo
, indossando la divisa del Friuli Venezia Giulia, si sono dovuti arrendere solamente alla selezione della Lombardia, nella finale per il primo e secondo posto al trofeo Bulgheroni, anticamera del torneo delle Regioni, e autentico palcoscenico nazionale.

Più o meno alla stessa ora, nella vicina Udine, Edward Oyeh, si cuciva sul petto il tricolore di campione italiano Under 18, con i colori bianco-neri della Virtus Bologna. Edy, partito proprio da Cordenons, è approdato in Emilia 12 mesi fa, ed è tornato in Friuli a prendersi il titolo italiano di categoria.

Edward Oyeh

Al nostro trio, non possiamo che fare i più sinceri e sentiti complimenti. Bravi Ragazzi!!!

La Società, invita le famiglie di tutti i propri tesserati alla riunione di presentazione dello Staff tecnico e dei programmi per la stagione 2017/2018.

Vi aspettiamo Martedì 20 Giugno presso il palazzetto dello sport di Via Avellaneda, con le annate 2006, 2005, 2004, 2003 alle ore 19.00, mentre alle ore 19.30 sarà il turno dei 2002, 2001, 2000 e ‘99.

Gemona Basket – Stefano Bot Geometra 80  – 51 [18 – 12; 43 – 21; 63 – 41]

 

Stefano Bot Geometra

Puiatti, Pilutti, Portaro 6, Mazzariol 2, Corvezzo 10, Marcon 13, Puntin 1, De Tina, Moretti, Ndompetelo 6, Lomele 13, Basso.

All.re: Santarossa

Ass.: Pupulin

Si conclude con una sconfitta in trasferta la stagione della Stefano Bot Geometra che, nella giornata del 29 aprile, si trovava ad affrontare il Gemona basket.

Una squadra decisamente molto forte, quella di casa, sia nel piano fisico che per quanto riguarda il bagaglio tecnico dei singoli giocatori e che, come nella partita d’andata, ha avuto la meglio sui ragazzi della 3S vincendo con un punteggio nettamente in proprio favore.

Tra le note positive per i ragazzi allenati da coach Santarossa c’è il terzo quarto, dove provando a giocare di squadra in entrambe le metà campo, offensiva e difensiva, sono riusciti a combinare le proprie capacità e a nascondere i propri limiti ad avversari che, se presi singolarmente, sono sicuramente atleti più pronti, pareggiando così la frazione di gioco.

STEFANO BOT GEOMETRA vs Olympia Rivignano 69  – 60 [11–15; 21–17; 17–12; 20-16]

Stefano Bot Geometra

Polo, Puiatti 2, Pilutti 7, Portaro 5, Mazzariol 8, Corvezzo 9, Marcon 4, Puntin 7, De Tina 8, Ndompetelo 7, Lomele 9, Basso 3.

All.re: Santarossa

Ass.: Pupulin

ultima partita in casa della stagione per i ragazzi dell’U14 Elite, quella giocata il 22 Aprile, contro il Rivignano, che già nella gara di andata aveva dimostrato di essere un avversario di buon livello.

#29 Davide Corvezzo

L’avvio del match della Stefano Bot Geometra non è stato dei migliori: la poca propensione ad attaccare il ferro (con e senza palla), facendo muovere poco la difesa e rendendo così più difficile anche il gioco a rimbalzo offensivo (nel primo quarto quasi nullo) ha messo in difficoltà i nostri ragazzi. Se a questi fattori si aggiungono la non adeguata carica agonistica nella metà campo difensiva, necessaria per vincere le partite, e i meriti della formazione ospite, diventa facile spiegare il parziale a favore del Rivignano.

Riconosciuti i problemi della prima frazione di gioco, i ragazzi di coach Santarossa sono riusciti a trovare il giusto atteggiamento e gli adattamenti necessari per ribaltare il parziale. Il secondo quarto, vinto nel parziale, ma finito con il punteggio in parità, e gli ultimi due quarti, anch’essi vinti, sono stati il giusto premio per la risposta che la squadra è riuscita a dare ad un inizio non felice ed hanno consentito alla 3S di vincere l’incontro, raggiungendo quello che era l’obiettivo di questa partita: salutare con un sorriso le mura amiche.

 

A.S.A.R. Romans – STEFANO BOT GEOMETRA: 27- 106 (11-32; 13-49; 21-77)

Stefano Bot Geometra Cordenons

Polo 8, Puiatti 10, Pilutti 6, Portaro 7, Mazzariol 6, Corvezzo, Marcon 26, Puntin 6, Gaiot 2, Moretti 15, Ndompetelo 13, Lomele 7.

Quattro giorni dopo la sconfitta contro Trieste, i ragazzi della 3s hanno avuto la possibilità di voltare velocemente pagina nell’incontro, in trasferta, contro l’A.S.A.R. Romans.

#37 Simone Moretti

La 3S ha condotto il punteggio per tutta la partita, senza mai rischiare, contro un avversario che, anche se decisamente alla portata dei nostri ragazzi, ha mostrato un atteggiamento alla partita mai remissivo e per questo motivo, davvero ammirabile.

la sfida è stata indubbiamente utile per allenare diversi aspetti del gioco e per capire a che punto di crescita siano arrivati i nostri ragazzi.

Gli aspetti ai quali, in questo incontro, era richiesta particolare attenzione riguardavano la fase difensiva e, in special modo, tutti gli aspetti dei fondamentali individuali difensivi (come la cura della posizione fondamentale, il riconoscimento delle posizioni per la difesa di anticipo e di aiuto o il tagliafuori).

Nonostante la vittoria è emerso che c’è ancora molto da lavorare, anche sugli aspetti della motivazione dei giocatori all’allenare anche questi fondamentali estremamente importanti.

STEFANO BOT GEOMETRA – DON BOSCO TRIESTE: 50 -78 (10-29; 11-17; 16-19; 13-13)

STEFANO BOT GEOMETRA

Polo 2, Puiatti 4, Pilutti, Portaro 2, Corvezzo 6, Marcon 12, De Tina 6, Gaiot, Moretti 4, Ndompetelo 6, Lomele 4, Basso 4.

Nella giornata di Martedì 21 marzo, i ragazzi dell’U14,hanno affrontato, in casa, il Don Bosco Trieste (una delle maggioripretendenti al titolo quest’anno, insieme all’ O.F.P. Azzurra R.D.R. e al Gemona Basket).

#35 Alex Mazzariol

La partita si è rivelata molto dura fin dai primissimi minuti di gioco, tanto che già il primo quarto è risultato essere decisivo. Gli ospiti hanno messo in campo per tutto l’incontro un’intensità davvero notevole, soprattutto nella metà campo difensiva; cogliendo i nostri ragazzi impreparati, costringendoli a molti tiri da sotto sbagliati e a tantissime palle perse (49 a fine gara, che sono costate ben 32 punti).

In questo modo, il Don Bosco Trieste è riuscito a crearsi velocemente un comodo vantaggio (+19 per loro alla prima sirena), che ha consentito loro di gestire il resto del match senza troppe preoccupazioni.

Il risultato è rimasto praticamente invariato nei tre quarti successivi, che sono stati decisamente più combattuti anche se i biancoverdi non sono riusciti ad imporsi in nessuno dei parziali.

BALLONCESTO ISONTINA – STEFANO BOT GEOMETRA 43-78

STEFANO BOT GEOMETRA

Polo 8, De Ros 14, Puiatti 3, Pilutti 6, Mazzariol 14, Corvezzo 12, De Tina 5, Gaiot 2, Moretti 8, Ndompetelo 2, Lomele 4.

All.re: Andrea Santarossa.

Buona vittoria per i ragazzi di coach Santarossa, che portano a casa i 2 punti in palio nella trasferta goriziana, che gli permettono di allungare in classifica sui diretti avversari e che ribaltano a proprio favore l’eventuale scontro diretto, che li vedeva sfavoriti dopo la partita d’andata persa per 4 punti.

Il match inizia con le due compagini che si affrontano a viso aperto e ad armi pari, terminando il quarto a pari punteggio.

Nel secondo quarto, però, i biancoverdi danno la prima e decisiva spallata alla gara chiudendo il parziale con un positivo +7 sui padroni di casa.

#29 Davide Corvezzo

La seconda metà dell’incontro vede i nostri ragazzi gestire il vantaggio senza mai rischiare troppo, nonostante le troppe palle perse, aumentando anche il divario tra le due squadre.

Tra le note positive del match vanno sottolineate la prestazione a rimbalzo in attacco, che ha regalato numerosi secondi possessi e che ha limitato l’incidenza nella partita delle basse percentuali al tiro della squadra.

Così come una buona intensità difensiva ha concesso di rubare un gran numero di palloni, ma soprattutto l’apporto positivo al match da parte di tutti i giocatori per quella che è da definirsi una vera vittoria di squadra.