Mandiamo in archivio una stagione lunga e impegnativa, con risultati inattesi sia di squadra che individuali. Dalla C Silver sino agli Esordienti, passando per tutte le compagini del settore giovanile, siamo felici e sorpresi dei progressi e della passione, a tratti contagiosa, con cui i ragazzi hanno affrontato l’annata.

Calato il sipario 2017/18, siamo agli albori di una nuova avventura, targata 2018/19, che ci vedrà affrontare tutti i campionati giovanili e due senior, e andando nel dettaglio, la programmazione delle squadre sarà cosi composta.

Annata 2007 – ESORDIENTI – Coach Marco Rinieri e Matteo Basaldella.

Annata 2006 – UNDER 13 Elite – Coach Luca Pupulin

Annata 2005 – UUNDER 14 – Coach Domenico Fantin

Annata 2004 – UNDER 15 Eccellenza – Coach Roberto Palermo

Annata 2003 – UNDER 16 Eccellenza – Coach Matteo Celotto e Luca Pupulin

Anndata 2002/2001 – UNDER 18 – Coach Matteo Celotto e Paolo Pontani

Annate 2000/1999 – UNDER 20 – Coach Andrea Beretta

Promozione – Coach Paolo Pontani

C Silver – Coach Andrea Beretta e Andrea Santarossa

Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi, Fabio Boccalon proseguirà nel ruolo di Dirigente Responsabile, e Matteo Celotto in quello tecnico del Settore Giovanile. Il Prof. Andrea Santarossa, come nella passata stagione, sarà il responsabile della preparazione fisica per tutti i gruppi giovanili e senior della società.

La società rende noto, che a malincuore, è stata presa la decisione di non partecipare al campionato Under 18 Eccellenza, che da questa stagione torna ad essere a carattere nazionale sin dalla prima fase. Un’attenta e oculata valutazione rispetto ai criteri organizzativi di tale campionato, ha fatto propendere verso la decisione di optare per l’alternativa regionale.

Dirigenti, consiglio direttivo, presidente e staff tecnico, colgono l’occasione per ringraziare i coach Ivan Nonis e Simone Pizzioli, per quanto fatto nel percorso intrapreso insieme, augurando il meglio per le nuove avventure, e consapevoli che questo è solo un arrivederci.

A tutti i nostri atleti, alle loro famiglie e ai nostri allenatori, auguriamo una buona estate, rigenerante, in vista di una nuova e coinvolgente stagione.

Si avvisano gli atleti e le famiglie degli stessi, che nelle seguenti giornate, la società illustrerà i programmi tecnici ed organizzativi per la stagione 2018/2019.

Mercoledì 4 luglio – Palazzetto dello Sport, sala riunioni

Ore 20.15 – Annata 2007;

Ore 20.30 – Annata 2006;

Ore 20.45 – Annata 2004;

Giovedì 5 luglio – Palazzetto dello Sport, sala riunioni

Ore 20.15 – Annata 2005

Ore 20.30 – Annata 2003

Ore 20.45 – Annate 2002, 2001, 2000, 1999

Comincia con un’uscita vittoriosa la stagione della nostra Under 18 di eccellenza, impegnati nel torneo “Spaghetteria La Loggia” di Vittorio Veneto con i padroni di casa di coach Lanza, Leoncino Mestre e De Longhi Treviso.
La prima avversaria sulla strada bianco-verde è stata il Leoncino Mestre, che dopo un primo parziale concluso sul 12-12, grazie al predominio veneto a rimbalzo offensivo, ha dovuto cedere il passo a Damjanovic e soci, bravi nel secondo quarto ad alzare l’intensità in difesa. Le soluzioni offensive di Pivetta e De Santi, ben imbeccati dai compagni, hanno permesso di prendere il controllo sul match portando Cordenons sul +13; vantaggio ben gestito sino alla sirena conclusiva della gara (37-25).

Da segnalare che nella seconda semifinale della gara del tiro da tre punti, i nostri portabandiera De Santi e Pivetta, sono entrambi passati in finale rispettivamente con 6/10 e 5/10.

Nella finale contro Treviso; molte le analogie con la prima prima gara disputata, visto l’inizio match senza energia e intensità. I nostri avversari, correndo di più in contropiede, finiscono sul +5 il primo periodo (16-11), ma come nella gara con Mestre, i ragazzi trovano una reazione nel secondo quarto, alzando i ritmi in attacco e in difesa, portandosi così all’intervallo lungo sul +8 (34-26).
L’equilibrio si protrae anche nel terzo periodo, con la De Longhi che continua a colpire in contropiede e trova buone soluzioni da secondi tiri (fine terzo quarto 49-40 3S), ma dopo 4 minuti dell’ultimo quarto, il match si chiude definitivamente, con Diana e compagni che toccano il massimo vantaggio sul 68-50 finale.

Doppia vittoria per noi, considerato il successo di Simone Pivetta nella finale del tiro da 3 punti, che ha sopperito nel migliore dei modi al forfait di De Santi, dopo la botta patita nella gara mattutina.

Un modo piacevole di iniziare la stagione, aspettando l’esordio ufficiale in casa contro BaskeTrieste il 5 ottobre.

3S Basket Cordenons – Leoncino Mestre 37-25 (12-12, 27-14)
Cordenons: Rossit 2, Damjanovic 7, Diana, Casara, Curtarelli, Corazza, De Santi 11, Camaj 5, Pivetta 11, Lo Giudice 2 (7 reb).

3S Basket Cordenons – De Longhi Treviso 68-50 (11-16, 34-26, 49-40)
Cordenons: Rossit 10, Damjanovic 12 (9 reb, 4 ast), Diana 9, Casara 3, Curtarelli, Corazza 6, De Santi ne, Camaj 7 (9 reb), Pivetta 19 (8 reb), Lo Giudice 2.

Andrea Brusadin

Tutti gli atleti che hanno già sostenuto e superato positivamente la visita medico sportiva, qualora non avessero ancora provveduto a farlo, sono pregati di consegnare il certificato medico in segreteria il prima possibile. Le giornate in cui sarà possibile farlo sono: Martedì 17:00-19:15 e Venerdì 17:00-19:15.

Ringraziando tutti per la collaborazione, vi auguriamo una stagione ricca di soddisfazione.

Il presidente e il consiglio direttivo

Non un’esperienza da tutti i giorni, quella vissuta dai ragazzi del team 3S 3×3. Gli atleti classe 2000 Stefani Mattia, Pivetta Simone, Silvestrin Alessandro e Camaj Alex, accomagnati dal nostro Fabio, hanno trascorso una tre giorni all’insegna del basket presso Pieve di Cento (BO), dove si sono disputte le finali nazionali del torneo FIBA, appunto 3×3. Partenza sabato 24/06 ore 8.00, inizio di un viaggio non eccessivamente pesante, con gli atleti carichi e vogliosi di vittorie. Grande stupore all’arrivo, dato che l’organizzazione dell’evento si è dimostrata al di sopra delle aspettative, con una struttura dotata di campi, ristorante e parco acquatico. Dopo essersi rifocillati ed aver fatto un tuffo in piscina, i nostri giovani indossano la canotta bianco/verde e scendono in campo. Ostacolati solo dalla sconfitta con Avellino, la 3S cavalca l’onda dell’entusiasmo e vince con Bolzano, Pescara e Potenza. Il messaggio è: noi ci siamo e non per fare una vacanza!

Alessandro, Simone, Mattia e Alex

Soddisfatta di una prima giornata, che meglio non poteva andare, la squdra si concede di staccarsi dal gruppo e isolarsi a mangiare una pizza, prima di andare a letto per ricaricare le pile.

Giorno 2, ragazzi riposati, carichi e con la faccia di chi vuole arrivare fino in fondo. La voglia si vede alla prima partita, vinta contro il Don Bosco Livorno per 15-14, dove i giocatori hanno tirato fuori la cazzim’, nonostante le speranze vacillassero sul 14-11 per i livornesi. Match teso anche quello contro Roma, comunque portato a casa per 15-13. Dopo essersi rinfrescati in acqua e aver fatto del buon acqua gym, i ragazzi pranzano e vanno in hotel a riposare. Si torna sul campo per gli ottavi di finale, di nuovo contro la stessa Roma già sconfitta. La 3S vola ai quarti con il risultato di 15-3. La prossima avversaria è la squadra di casa, Cento, forse sottovalutata. Infatti, il sogno dei bianco-verdi si infrange sul 15-9, risultato che lascia dell’amaro in bocca a tutti, convinti di meritarsi di più per quanto fatto in precedenza.

Tanta è,tuttavia, anche la soddisfazione, per essere tra le prime otto squadre in Italia di questa nuova disciplina olimpica. I ragazzi non solo hanno avuto l’opportunità di giocare ad alti livelli lo sport che amano, ma anche di divertirsi, conoscere nuovi posti e nuovi giocatori con i qualli hanno condiviso momenti anche fuori dal campo.

Mattia, Simone, Alessandro e Alex ringraziano di cuore il pres e la società per questa esperienza e i genitori che hanno viaggiato per tifare i loro “bambini”. Il loro “GRAZIE” più grande, però, va a Fabio, per essere stato un coach, per aver reso questa avventura ancora più piacevole, per essere stato il quinto membro della squadra e per essere stato parte di questo ricordo indelebile.

La Società, invita le famiglie di tutti i propri tesserati alla riunione di presentazione dello Staff tecnico e dei programmi per la stagione 2017/2018.

Vi aspettiamo Martedì 20 Giugno presso il palazzetto dello sport di Via Avellaneda, con le annate 2006, 2005, 2004, 2003 alle ore 19.00, mentre alle ore 19.30 sarà il turno dei 2002, 2001, 2000 e ‘99.

Terminati i 2 gironi di qualificazione di stagione regolare, le migliori quattro squadre si sono sfidate, in un girone all’italiana, per aggiudicarsi il primo posto alle finali regionali. I ragazzi dell’Autoscuola Cordenonese si sono presentati all’appuntamento come primi del girone A di qulificazione, pronti a giocarsi le proprie carte per conquistare il titolo. Ecco come è andata…

Gara 1

AUTOSCUOLA CORDENONESE-  A.S.D. STARENERGY:  85-63 (22-18; 30-16; 15-19;18-10)

Caltran 4, Iudica 11, Boccalon 14,De Marco 4, Muzzin 4, Busiello 2, Cozzarin , Scaramuzza 2, Metellini 13, Bissi 14, Capellaro 9, Lo Giudice 8,

La prima sfida delle finali regionali vedeva i ragazzi dell’ Autoscuola Cordenonese affrontare l’A.S.D.StarEnergy,  squadra qualificatasi come seconda nel girone B.

Dopo un primo quarto piuttosto combattuto,  i ragazzi di coach Nonis hanno preso  le redini del match distaccando gli avversari e chiudendo la prima frazione di gioco sul +18. La partita però non si è dimostrata affatto chiusa; i triestini, con un moto d’orgoglio, hanno iniziato a recuperare il distacco, portandosi fino al meno 8 e facendo preoccupare i tifosi biancoverdi. La controreazione dell’Autoscuola Cordenonese non si è fatta attendere e, imponendo nuovamente il proprio gioco, è riuscita a riprendere le redini del gioco portando a casa, così, una sfida più dura di quanto il risultato finale potrebbe far pensare .

Gara 2

AUTOSCUOLA CORDENONESE – NUOVO BASKET 2000: 48-51 (13-16; 13-13; 16-13; 6-9)

Caltran 3, Iudica 3, Boccalon 11,De Marco 7, Muzzin 9, Cusin  , Scaramuzza 2, Metellini 5, Bissi 2, Capellaro , Lo Giudice 4, Bonato 2.

La seconda sfida delle finali regionali vedeva i biancoverdi affrontare il Nuovo Basket 2000, anch’esso proveniente dal girone di qualificazione A, concluso alle spalle della squadra bianco-verde contro la quale, però, ha sempre vinto.

Le due squadre si sono affrontate a viso aperto per tutta la gara, dando vita ad un’entusiasmante  battaglia sportiva, giocata con entrambe le formazioni incapaci di staccare gli avversari. Alla fine della terza frazione di gioco infatti il punteggio era in parità, rendendo così ancor più decisivo l’ultimo quarto. Quest’ultimo è stato giocato con grade intensità, con le difese nettamente superiori agli attacchi. Purtroppo per i ragazzi di coach Nonis a decidere la partita in favore del Nuovo Basket, ci ha pensato Passador (15 p.ti per lui) che nel finale di match ha insaccato la tripla decisiva per il 48-51.

Il Nuovo basket si è confermato essere, ancora una volta, la “bestia nera” della compagine cordenonese, costringendola a dover  vincere di 8 punti la terza gara per poter conquistare il primo posto nelle finali.

GARA 3

A.S.D. BASKET PERTEOLE – AUTOSCUOLA CORDENONESE: 39-41 (9-7; 12-13; 10-9; 8-12)

 Iudica 2, Boccalon 5, De Marco 6, Muzzin  , Cusin  ,Busiello ,Cozzarin , Metellini 5, Bissi 5, Capellaro 12, Lo Giudice 4, Bonato 2.

La terza ed ultima partita della fase finale del campionato, visti i risultati degli incontri precedenti, è stata decisiva per aggiudicarsi il primato anche in questa fase. Ad aggiungere ulteriormente il sapore da finale alla sfida, il fatto che a confrontarsi fossero le prime della classe nei rispettivi gironi di qualificazione, entrambe con la possibilità di aggiudicarsi il titolo.

L’incontro, non spettacolare dal punto di vista realizzativo, è stato sicuramente degno di una finale per quanto riguarda l’agonismo e l’intensità messa in campo da entrambe le squadre. Il risultato di questi fattori è stata una partita punto a punto fino alla fine, con il Cordenons tenuto sempre ad un possesso di svantaggio fino all’ultimo periodo, nel quale è riuscito a piazzare un piccolo parziale per aggiudicarsi la vittoria. Nonostante il successo l’Autoscuola Cordenonese non è riuscita a colmare la differenza canestri necessaria per conquistare il titolo.

La fase finale del campionato, si è così conclusa con un buon secondo posto, che lascia comunque felici giocatori ed allenatori anche se con un pizzico di amaro in bocca, per un obiettivo solamente sfiorato.

Venerdì, Sabato e Domenica, la formazione Under 18 di coach Nonis, sarà impegnata alle Finali Regionali di categoria, organizzate per l’occasione a San Giorgio di Nogaro.
La squadra, con il marchio Autoscuola Cordenonese si ripresenta a questo appuntamento da campione provinciale, con molti ragazzi già protagonisti un anno fa, quando i bianco-verdi conquistarono il secondo posto nei confini FVG.