Economy Rent a un passo dall’impresa, Azzurra la spunta dopo un Overtime

26 marzo 2017

Azzurra Trieste – Economy Rent 69-65 dts (16-10; 18-15; 14-11; 12-24; 9-5)

Azzurra Trieste

Finatti 33, Diminich, Desinan, Lucchesi 2, Arnesano 2, Placer, Barchiesi 2, Bisiani , Crocenzi 4, Furlan 10, Boglich 13, Valenti 3.

All.re: Perna

Economy Rent

Rinieri, Bravin 4, De Ros 2, Colombo 3, Casara 15, Finardi 6, Corazza 12, De Cesco, Tonussi 9, Palena 11, Basso 3.

All.re: Celotto

C’è voluto un tempo supplementare all’imbattuta capolista Azzurra per avere la meglio sull’Economy Rent, nell’anticipo della prima giornata di ritorno della fase Gold, campionato Under 15 Eccellenza.

L’avvio del match, piacevole come una cascata di acido sugli occhi, vede entrambe le squadre sbagliare molto, producendo più palle perse che tiri.

#2 Tommaso Rinieri

I bianco-verdi non ne approfittano, e Azzurra si invola alla prima sirena con un vantaggio di 6 lunghezze.

Dopo un mini-break interno, Tonussi tiene a galla i suoi con 6 punti filati e una buona presenza nel pitturato, ma i ragazzi di Perna trovano terreno fertile nelle praterie difensive di Finardi e soci, chiudendo al ventesimo sul +9 (34-25).

La seconda metà di gara si apre nel segno di Finatti, autentico rebus difensivo per gli ospiti, (chiuderà con 33 punti, 23 dei quali tra secondo tempo e supplementare).

Tre centri consecutivi del lungo azzurrino lanciano i muli verso un vantaggio in doppia cifra, a cui la 3S fatica a controbattere.

A dieci minuti dal termine, con 12 lunghezze da recuperare, i ragazzi producono uno sforzo notevole, trovando energie fisiche e nervose preziose, che consentono di ridurre il distacco, sino alla parità con un libero di Corazza, a cui risponde il solito Finatti (60-58).

Con 12’’ da giocare Casara impatta il risultato e De Ros ha la scaltrezza per scippare il pallone sulla seguente rimessa triestina, ma il suo tiro non trova la via del canestro sulla sirena, che con tutta onestà, sarebbe stato un premio troppo grande per l’atteggiamento di squadra visto nei primi 30’.

Nel supplementare partono più forte i bianco-verdi (tripla di Casara), a cui manca il cinismo di chiudere il match nei minuti centrali dell’overtime, deciso nell’ultimo giro di lancette dai troppi secondi tiri concessi agli avversari.

La trasferta triestina, ha rappresentato l’ennesimo treno transitato per la stazione delle opportunità, al quale, ancora una volta, la squadra è arrivata in ritardo, perdendo la coincidenza. Mancano ora due match, al termine della stagione, nuove occasioni per muovere la casella dello zero alla voce vittorie contro le prime tre della classe.

Related Post