Finali Nazionali 3×3

29 giugno 2017

Non un’esperienza da tutti i giorni, quella vissuta dai ragazzi del team 3S 3×3. Gli atleti classe 2000 Stefani Mattia, Pivetta Simone, Silvestrin Alessandro e Camaj Alex, accomagnati dal nostro Fabio, hanno trascorso una tre giorni all’insegna del basket presso Pieve di Cento (BO), dove si sono disputte le finali nazionali del torneo FIBA, appunto 3×3. Partenza sabato 24/06 ore 8.00, inizio di un viaggio non eccessivamente pesante, con gli atleti carichi e vogliosi di vittorie. Grande stupore all’arrivo, dato che l’organizzazione dell’evento si è dimostrata al di sopra delle aspettative, con una struttura dotata di campi, ristorante e parco acquatico. Dopo essersi rifocillati ed aver fatto un tuffo in piscina, i nostri giovani indossano la canotta bianco/verde e scendono in campo. Ostacolati solo dalla sconfitta con Avellino, la 3S cavalca l’onda dell’entusiasmo e vince con Bolzano, Pescara e Potenza. Il messaggio è: noi ci siamo e non per fare una vacanza!

Alessandro, Simone, Mattia e Alex

Soddisfatta di una prima giornata, che meglio non poteva andare, la squdra si concede di staccarsi dal gruppo e isolarsi a mangiare una pizza, prima di andare a letto per ricaricare le pile.

Giorno 2, ragazzi riposati, carichi e con la faccia di chi vuole arrivare fino in fondo. La voglia si vede alla prima partita, vinta contro il Don Bosco Livorno per 15-14, dove i giocatori hanno tirato fuori la cazzim’, nonostante le speranze vacillassero sul 14-11 per i livornesi. Match teso anche quello contro Roma, comunque portato a casa per 15-13. Dopo essersi rinfrescati in acqua e aver fatto del buon acqua gym, i ragazzi pranzano e vanno in hotel a riposare. Si torna sul campo per gli ottavi di finale, di nuovo contro la stessa Roma già sconfitta. La 3S vola ai quarti con il risultato di 15-3. La prossima avversaria è la squadra di casa, Cento, forse sottovalutata. Infatti, il sogno dei bianco-verdi si infrange sul 15-9, risultato che lascia dell’amaro in bocca a tutti, convinti di meritarsi di più per quanto fatto in precedenza.

Tanta è,tuttavia, anche la soddisfazione, per essere tra le prime otto squadre in Italia di questa nuova disciplina olimpica. I ragazzi non solo hanno avuto l’opportunità di giocare ad alti livelli lo sport che amano, ma anche di divertirsi, conoscere nuovi posti e nuovi giocatori con i qualli hanno condiviso momenti anche fuori dal campo.

Mattia, Simone, Alessandro e Alex ringraziano di cuore il pres e la società per questa esperienza e i genitori che hanno viaggiato per tifare i loro “bambini”. Il loro “GRAZIE” più grande, però, va a Fabio, per essere stato un coach, per aver reso questa avventura ancora più piacevole, per essere stato il quinto membro della squadra e per essere stato parte di questo ricordo indelebile.

Related Post