INTERZONA: L’INTERMEK OTTIENE UN’ALTRA SCONFITTA

15 aprile 2018

A pochi giorni dalla prima vittoria contro San Lazzaro, i ragazzi di coach Celotto sono attesi dalla De Longhi Treviso.

Il primo periodo è subito marcato dalla squadra locale, che piazza un break di 10-2 nei primi minuti; il periodo continua nella stessa direzione, anche se verso la fine dei primi 10′ ci sono dei segnali di ripresa cordenonesi. 26-16 per Treviso.

Il secondo quarto è equilibrato, le difese sono più attente mentre gli attacchi fanno più fatica. Si va negli spogliatoi con il tabellone che recita 44-32 per i ragazzi di coach Tabellini.

Al rientro dagli spogliatoi la De Longhi presenta la faccia giusta, alzando l’intensità difensiva e affidandosi al talento di Alvise Sarto in attacco; Cordenons non ci capisce più nulla e subisce l’ondata trevigiana. Alla fine del terzo periodo i padroni di casa guidano per 63-41.

L’ultimo quarto, che alla partita non aveva più nulla da dire, è affrontato con l’atteggiamento giusto dai bianco – verdi che, a 5′ dal termine, costringono Treviso a chiamare un time out essendosi riportati sotto di 10 lunghezze. Con le ultime battute, il punteggio viene fissato sul 77-58 per la De Longhi.

Il prossimo appuntamento per i ragazzi targati Intermek è fissato per giovedì 19 aprile contro la Virtus Bologna alle 20.30 al palazzetto di via Avellaneda.

DE LONGHI TREVISO – INTERMEK 3S 77-58 (26-16, 44-32, 63-41)

DE LONGHI: Pavan, Sarto 16 (9 rebs, 6 ast), Benzon 9, Vanin 10 (7 rebs, 6 ast), Epifani 3, Vendramin 8, Vistuzzi 6, Visentin 16, Abbortari 5, Adobah 4, Bettiol. All. Tabellini

INTERMEK: Colombo, Rossit, Pivetta 9, Diana 10, Damjanovic 12 (7 fd), Corazza 3, Silvestrin ne, Curtarelli, De Santi 11 (6 rebs, 4 ast), Casara 3, Camaj 10, Lo Giudice (8 rebs). All. Celotto, Ass. Pupulin

Arbitri: Bortolotto e Dian

Andrea Brusadin

Related Post
Under 16 sulle montagne russe
UNA SCONFITTA E UNA VITTORIA NELLE DUE PRIME GARE U15 ECCELLENZA
Autoscuola Cordenonese, primo sorriso stagionale, 69-93 a Udine
Under 16, San Daniele troppa roba, in collina è referto giallo