INTERZONA: SETTIMANA DA “FINALI NAZIONALI” PER L’INTERMEK

3 Aprile 2018

La settimana comincia nella palestra Porelli di Bologna, casa delle V nere.

Consapevoli della bella possibilità di giocare contro una delle migliori squadre d’Italia, c’era emozione e voglia di dare il massimo.

Pronti, via e subito il dominio della Virtus viene a galla; nonostante questo, però, la 3S gioca un buon primo quarto, ma purtroppo la palla non finisce spesso dentro il canestro. 22-8 dopo 10′.

Il secondo quarto continua nella stessa direzione, con Bologna che non ha particolari problemi nel trovare e convertire buone soluzioni, ma l’orgoglio di Cordenons gli permette di ridurre il gap esistente tra le due compagini. 41-22 alla pausa lunga.

Al rientro dagli spogliatoi, però, esistono solo i bianco – neri; l’Intermek smette completamente di provarci, i locali alzano l’intensità difensiva e la qualità offensiva mettendo alle corde gli ospiti. Dopo 30′ il tabellone recita 66-31.

L’ultimo quarto è identico al terzo, i bianco – verdi non accennano una reazione di orgoglio, e l’asfaltata continua tra triple e schiacciate. 93-35 il punteggio finale.

VIRTUS BOLOGNA – INTERMEK 3S 93-35 (22-8, 41-22, 66-31)

VIRTUS: Nicoli 7, Deri 8 (7 rebs), Buffo 7, Giuliani 6, Salsini 8, Nanni 1, Venturoli 16, Vivarelli 2, Camara 21 (27 rebs), Bertuzzi 6, Cavallari 2, Chessari 9. All. Vecchi, Ass. Nieddu e Senni

INTERMEK: Colombo, Rossit, Pivetta 8, Diana 7, Damjanovic 6, Silvestrin ne, Curtarelli, De Santi 11, Casara 1, Camaj, Lo Giudice 2. All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

Arbitri: Toksoy e Boccia

 

Dopo 48h dalla partita di Bologna, la 3S ospita l’Oxygen Bassano, altra corazzata che punta al titolo nazionale.

Il primo periodo ricorda il match di due giorni prima, gli ospiti fanno quello che vogliono e tirano sempre con i piedi per terra; i padroni di casa, invece, non trovano un gioco di squadra e con soluzioni individuali si scoprono spesso in difesa prendendo contropiedi su contropiedi. Dopo 10′ Bassano guida per 31-10.

Piano piano Cordenons entra in partita e, cosa non successa a Bologna, risponde con un cenno di orgoglio: gioca una buona seconda frazione vincendola (19-17) e andando negli spogliatoi sul -19 (48-29).

Al rientro dagli spogliatoi la faccia bianco – verde non cambia, e continuando a difendere aggressivi mettono in difficoltà gli ospiti che fanno fatica a trovare la via del canestro; Cordenons, invece, ha più fiducia e con un De Santi infuocato finisce il terzo periodo sotto di 10 lunghezze (62-52).

Nell’ultimo periodo Filoni si carica la squadra sulle spalle e con penetrazioni al ferro e rimbalzi offensivi condanna Cordenons alla terza sconfitta di fila in altrettante uscite in questa interzona. Il punteggio finale è 82-65, però questa vola la formazione di coach Celotto ha lottato alla grande, con la giusta faccia e il giusto orgoglio.

Ora, al palazzetto di via Avellaneda, arriva Basket San Lazzaro. Palla a due oggi (martedì 3 aprile) alle 18.30.

INTERMEK 3S – OXYGEN BASSANO 65-82 (10-31, 29-48, 52-62)

INTERMEK: Colombo, Rossit, Pivetta 15 (10 rebs), Diana 7, Damjanovic 21 (12 fd), Corazza, Silvestrin ne, Curtarelli, De Santi 18, Casara, Camaj 2, Lo Giudice 2 (7 rebs). All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

OXYGEN: Izzo 16, Tersillo ne, Bargnesi 4, Pianegonda 2, Gajic 10, Ragagnin 14, Scalco, Bizzotto 5, Filoni 16 (13 rebs), Bovo 4, Borsetto 7, Seck 4 (11 rebs). All. Papi, Ass. Neri e Costa

Arbitri: Zuccolo e Colussi

Andrea Brusadin

Related Post
Visite Mediche
Punto Minibasket
Cala il sipario su una stagione da copertina
Croco-D-iles che weekenD