L’Economy Rent si prende vittoria, rivincita e mantiene la vetta. Basket Maniago al tappeto 86-57

26 Febbraio 2017

Economy Rent – Basket Maniago 86-57 (24-13; 28-18; 18-9; 16-17)

Economy Rent

Rinieri 5, Scaramuzza 7, Bravin 3, Colombo 4, Casara 21, Finardi 19, Corazza 8, Furgato 2, Martin, Tonussi 4, Palena 6, Da Pieve 7.

All.re: Celotto

Basket Maniago

Corona 7, Manarin 4, Da Prat 5, Pauletta 8, Antonini, Ciriani 10, Kuzmanovic 2, Degan 3, De Stefano 2, Ezzalzoul, Del Mistro 14, Siega Battel 2.

All.re: Petrovic

Economy Rent cinica e compatta quella scesa in campo per la quinta giornata di ritorno nel campionato Under 16 Regionale.

In palio c’erano punti pesanti per entrambe le formazioni, in ottica primi posti, e soprattutto una differenza canestri da provare a ribaltare (all’andata fu +4 Maniago).

Missione compiuta su tutti i fronti, con i bianco-verdi che dopo un inizio equilibrato mettono a segno il primo vero break della partita nell’ultimo minuto del primo quarto, quando il trio Finardi-Palena-Scaramuzza concretizza la buona vena difensiva del quintetto di casa (16-13 all’8’, 24-13 alla prima sirena).

Under 16 Regionale – Economy Rent

Un ispirato Casara, ben supportato da Rinieri, permettono all’Economy Rent di allungare su un più che rassicurante 37-20 dopo pochi minuti del secondo quarto.

Qui si registra l’unico passaggio a vuoto della gara, con gli ospiti bravi a riaprire il match, e a rifarsi sotto nel punteggio (37-27) nel lampo di un minuto di gioco.

La rimonta pedemontana viene però prontamente spenta dai ragazzi del presidente Tosoni, caparbi e tenaci nel chiudere all’intervallo lungo sul +21, ma soprattutto con l’inerzia della partita in mano.

Inerzia che non sfuggirà nemmeno nella ripresa, nonostante qualche amnesia sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva, e quando ingranano anche Da Pieve, Corazza e Tonussi (autentico signore degli anelli di giornata), il punteggio si dilata progressivamente, sino all’86-57 finale, che mantiene Martin e compagni saldamente in vetta alla classifica, quando mancano ancora quattro partite alla fine del campionato.

Se agli occhi del profano risalteranno le prove balistiche di Casara e Finardi, quello che va sottolineato è soprattutto la capacità della squadra di trovare protagonisti sempre diversi durante l’arco della gara, con undici giocatori produttivi a referto e l’attacco avversario tenuto a dieci punti sotto la media abituale.

Appena il tempo di svestire i panni carnevaleschi, che si torna in campo mercoledì, nell’insidiosa trasferta azzanese, con palla a due alle 19:20.

Related Post