SAN DANIELE – 3S BASKET CORDENONS

4 dicembre 2016

IL MICHELACCIO SAN DANIELE – INTERMEK 3S BASKET CORDENONS 62-58 (21-12, 14-14, 14-19, 13-13).

IL MICHELACCIO SAN DANIELE: VIDONI, PELLARINI 7, COLUTTA 3, SIMONUTTI 2, NICOLOSO, DOMINI, BORTOLUZZI 8, TOSONI 4, BELLINA 10, CELLA, ELLERO 17, DIJUST 11. ALL. SINONE

INTERMEK 3S BASKET CORDENONS: RIZZO, BRUNETTA, SCARAMUZZA 6, CIPOLLA 16, DALMAZI 8, MEZZAROBBA, MORO 7, CORAZZA 11, PEZZUTTI, DE NARDO, COSTANZO 6, PIVETTA 4. ALL. FANTIN.

ARBITRI SIGG.RI CARBONERA E CHESINI.

Sfioriamo il colpaccio contro la capolista San Daniele perdendo di 4 punti un match molto combattuto. Affrontiamo la partita ancora privi di Celotto, out per problemi muscolari e Cauz assente per motivi di lavoro.

L’inizio sembra riproporre il solito refrain: subiamo le iniziative di Ellero e compagni e ci aggrappiamo all’osservato speciale Cipolla (8 punti per lui nel primo quarto, saranno 16 alla fine) per riuscire a realizzare. La prima frazione vede i padroni di casa prendere subito le redini del match e all’8′ sono già in doppia cifra di vantaggio (20-10) e con le mani sulla partita, mentre noi diamo l’impressione di non riuscire a scuoterci, tanto che nemmeno il time-out chiamato da Coach Fantin sortisce effetti. Si arriva così alla prima pausa con il tabellone luminoso che indica +9 per San Daniele (21-12) con la nostra difesa che evidenzia i soliti problemi di tenuta in trasferta.

Iniziamo però il secondo quarto con un altro piglio, soprattutto nella metà campo difensiva tenendo i giocatori di Coach Sinone a soli 5 punti realizzati in 8’, mentre in attacco oltre a Cipolla segnano Franco, Scaramuzza e Costanzo. Proprio sul canestro di “Costa” riduciamo il gap a sole 2 lunghezze (24-26 al 18’) dando l’impressione di poter agganciare definitivamente San Daniele. Compiamo però l’errore di abbassare la guardie e negli ultimi 2’ subiamo un parziale di 9-2 chiudendo il quarto nuovamente sotto di 9 punti.

Abbiamo il merito di non demoralizzarci: abbiamo un’altra faccia ed un’altra intensità rispetto a quella mostrata in precedenti trasferte. Rientriamo dalla pausa lunga con lo spirito giusto ed iniziamo una lunga marcia di avvicinamento a Bortoluzzi e compagni: Coach Fantin trova in attacco soluzioni alternative al solito Cipolla, con 6 giocatori che vanno a segno, tra cui un positivo Corazza: il play classe ’98 risulterà alla fine tra i migliori  con 11 punti, una regia pulita ed una buona presenza difensiva prima di uscire nell’ultimo quarto per un infortunio di gioco. All’ultimo giro di lancette del periodo accorciamo a -3 sulla penetrazione di Scaramuzza (44-47), prima di subire il canestro di Bortoluzzi. Sull’ultima azione del quarto muoviamo bene la palla che finisce in angolo a Scaramuzza che allo scadere scaglia la tripla subendo fallo. “Scara” sfrutta però solo parzialmente l’occasione realizzando 1 dei 3 tiri liberi a disposizione e fissando il risultato sul 45-49 pe rla squadra di Coach Sinone.

La lunga rincorsa si completa al 34’ quando Corazza insacca la tripla e subisce fallo portando gli ospiti sul +2 (54-52). Rintuzziamo il vantaggio grazie a 2 tiri liberi di Costanzo (alla fine 6 punti per lui con 10 rimbalzi e tanta presenza difensiva, altra nota positiva per Coach Fantin) per il 56-52, vantaggio che manterremo fino al 37’ (canestro di Moro per il 58-54). In 120” i padroni di casa si riprendono però la partita: prima Ellero segna due tiri liberi, poi Bortoluzzi firma la tripla del 59-58 ed infine Bellina (canestro da 2 punti) confezionano un parziale di 7-0 che ci taglia le gambe. Abbiamo due occasioni per pareggiare, ma i due tiri da 3 si spengono sul ferro. È capitan Pellarini con un ½ ai tiri liberi a mettere al sicuro il risultato per San Daniele.

Coach Fantin commenta così il risultato: “Peccato davvero, abbiamo giocato una grande partita, soprattutto in difesa. Tenere una squadra come San Daniele con molti punti nelle mani a soli 62 realizzati in casa non era per nienete facile. Alla fine abbiamo pagato nuovamente alcuni errori frutto dell’inesperienza. Dispiace non aver potuto giocare il finale di partita con Corazza, uno dei più positivi, che è dovuto uscire nell’ultimo quarto per infortunio. Da un lato sono contento della reazione che abbiamo avuto: in trasferta fino ad ora avevamo sempre subito sconfitte con scarti importanti senza mai reagire, dall’altro dobbiamo però diventare cinici, questa era un’occasione da sfruttare, anche alla luce dei risultati che sono arrivati dagli altri campi, uno su tutti la vittoria del Bor a Udine sull’UBC”.

In casa Intermek, oltre al solito Cipolla autore di 16 punti (5/10 da 2 punti, 2/5 da 3, 5 rimbalzi, 2 perse, 2 recuperi e 2 assist), da segnalare le prestazioni di Corazza (11 punti, 1/3 da 2, ¾ da 3, 0/1 ai tiri liberi, 4 rimbalzi e 3 assisti) e di Costanzo (6 punti, 2/4 da 2, 2/2 ai liberi e 10 rimbalzi).

Related Post