Dopo la lunga sosta natalizia riparte il campionato di promozione che vede i ragazzi della 3S ancora imbattuti.

Per la prima gara del 2019 i bianco-verdi giocano tra le fila amiche, ma questa volta al palazzetto, non alla crocs Arena.

Primo quarto di gioco piuttosto equilibrato, grazie anche alle difese che concedono parecchio da entrambe le parti; Rizzo e Colussi rispondono dalla lunga alle due triple consecutive di Boschian e così firmano il 24-18 del primo periodo.

Dopo la prima mini-pausa i ragazzi di coach Pontani alzano l’intensità difensiva, non facendo più vedere il canestro ai rivali maniaghesi, i quali segnano solamente 3 punti nel quarto.

#24 Luca Campaner

Oltre alla gran voglia difensiva, però, i padroni di casa sfoderano una prestazione incredibile dai 3 punti (7/14 nel primo tempo) e guidati da un Rizzo in versione Monster (17 punti e 4/5 da 3) allungano sul +27 di metà partita con il tabellone che segna 48-21 per la squadra del presidente Tosoni.

Dopo il miglior primo tempo della stagione dei Crocodiles, però, arriva il peggior secondo tempo.
Probabilmente il divario fa credere ai bianco-verdi di avere già le mani sulla partita, ma al rientro dagli spogliatoi si ritrovano un Maniago agguerrito e con la voglia di riscattarsi, che da subito si schiera a zona, mettendo in dura difficoltà i padroni di casa.

Le percentuali, sino a qui quasi ottime, crollano vertiginosamente, mentre gli ospiti riescono a trovare soluzioni più comode anche grazie a numerosi contropiedi.
Grazie ad un parziale di 9-19 Maniago ricuce lo scarto andando all’ultima pausa sul punteggio di 57-40.
Nell’ultimo quarto la partita diventa molto fisica e nonostante gli innumerevoli falli subiti, Cordenons tira con percentuali disastrose dalla linea della carità (15/39).

Maniago sfrutta le scarse percentuali dei padroni di casa e punto su punto accorcia ulteriormente il distacco fino a giungere a -7 a 3’ dalla fine.

Per fortuna Scarpa si sblocca dalla lunga e mette due bombe pesanti che sanciscono la fine della partita con il punteggio di 73-65 per i padroni di casa.

Partita da montagne russe per Pontani ed i suoi ragazzi, che nonostante la prestazione poco convincente, escono dalla sfida, oltre che con una vittoria, con 4 punti di vantaggio sul gruppetto delle inseguitrici formato da Spilimbergo e Balonsesto.

Prossimo appuntamento Venerdì 18 alle ore 20 a Sacile.

3S CORDENONS – MANIAGO: 73-65 (24-18; 48-21; 57-40)

Busato 6, Scarpa 11, Casara 10, Puppin 3, Campaner 2, Rizzo 17, Bagatella 3, Colussi 9, Biason 6, Rossit 8.
All. Pontani

Enrico Puppin

Una settimana da Dr Jekyll e Mr Hyde per i ragazzi Under 16

Un inizio 2019 sulle montagne russe per De Ros e soci, aperto dalla trasferta udinese, nella tana dell’APU. Contro Micalich e compagni il buon avvio di gara, viene presto vanificato dalla superficialità di numerose giocate (dall’8 a 14 del settimo minuto, al 16 a 14 della prima sirena).

Capitan Marcon (5 punti filati) e Portaro, tentano di rimettere in carreggiata in bianco-verdi, che scivolano sino al meno 7 della pausa lunga, complice una attacco sterile e prevedibile.

Al rientro dagli spogliatoi, Udine è brava a respingere ogni tentativo di rimonta ospite, mettendo in ghiaccio il match con un terrificante 15 a 0 di parziale nei primi 3’ dell’ultimo quarto.

La timida reazione d’orgoglio dei ragazzi Autoscuola Cordenonese, consente nel finale di rendere il passivo più umano.

APU Udine vs Autoscuola Cordenonese (16-14, 16-11, 13-13, 23-20) 68-58

Autoscuola Cordenonse

Bortolus 2, De Ros 5, Basso, Dal Maso, De Tina 3, Portaro 6, Ndompetelo 9, Marcon 9, Lomele 24.

All.ri: Celotto – Pupulin

Dopo appena 3 giorni dalla brutta prestazione in terra udinese, i ragazzi si riscattano con una delle partite migliori della stagione. Ospite in via Avellaneda il Ronchi Basket Club, vittorioso nel match di andata.

giallo-blu cominciano il match imponendo la propria fisicità nei pressi del ferro (leit-motiv di giornata con 25 carambole offensive concesse…), allungando sul 14-22 (dopo 7’).

Canestro di Pilutti (esordio da incorniciare per lui), 5 punti filati di De Tina e un canestro di Mazzariol, consentono ai bianco-verdi di rimediare a più qualche svista difensiva (21-26 al primo break).

Nel secondo parziale, i ragazzi di casa sono bravi ad alzare ulteriormente il ritmo, trovando buone soluzioni sia dal perimetro che in contropiede, propiziando così il primo vero allungo del match (48-39 in spogliatoio).

Ronchi prova a rientrare, ma le iniziative offensive del team del presidente Tosoni sono ben distribuite (6 giocatori in doppia cifra) e all’ultima pausa l’Autoscuola Cordenonese comanda 72-58, toccando addirittura il massimo vantaggio sul +23 (85-62) a metà ultima frazione. All’ultimo sussulto ospite, rispondono Basso e Marcon, che fissano il finale sul 96-79.

Autoscuola Cordenonese vs Ronchi Basket Club (21-26; 27-12; 24-19; 24-21) 96-79
Autoscuola Cordenonese

Bortolus, De Ros 12, Basso 6, Dal Maso 5, De Tina 10, Portaro 12, Ndompetelo 20, Marcon 6, Mazzariol 15, Pilutti 10.

All.ri Celotto – Pupulin

 

Altra uscita casalinga per i crocodiles targati coach Pontani, che dopo aver espugnato il campo del Chions, giocano con la possibilità di involarsi soli al comando della classifica.

Prima però bisogna fare i conti con un giovane Balonsesto che ha subito solo una sconfitta fino a questo momento.

Primo quarto in cui le due squadre sembrano studiarsi, con un ritmo di gioco piuttosto basso.
Da subito per gli ospiti si iscrivono a referto diversi giocatori, cosa che non avviene per i padroni di casa, i quali vengono guidati da 5 punti di Busato e da 8 di Bagatella (in formato MVP) al vantaggio 17-13 alla prima pausa.

Il secondo quarto si apre con qualche forzatura di troppo che crea un po’ di incomprensioni e nervosismo per i ragazzi di coach Pontani, i quali, però, sono bravi a remare tutti nella stessa direzione, addirittura aumentando il divario alla pausa lunga sul 33-24.

Marco Bagatella – Formato MVP

Al rientro dagli spogliatoi, dopo che coach Pontani ha richiamato la calma e motivato i suoi, i bianco-verdi fanno girare bene la palla e proprio grazie all’altruismo di squadra riescono a trovare buoni pizzati e tiri puliti che concedono l’allungo sino a +24.

Nel finire di quarto, però, inizia a scricchiolare qualcosa in difesa e grazie ad un mini parziale di 6-0, gli ospiti ricuciono in parte il distacco andando all’ultima pausa sul punteggio di 52-34.

Nell’ultimo quarto succede quello che non dovrebbe, i padroni di casa, forse convinti di aver già strappato la vittoria, si rilassano e fanno si che Balonsesto rientri sino a meno 10 a 1’ dalla fine, mandando su tutte le furie coach Pontani.
I crocodiles mantengo il tesoretto di 10 punti fino all’ultima sirena con il punteggio finale di 70-60.

Con questa vittoria (6ª in altrettante partite) e con la sconfitta di Sacile, la nostra Promo guida il campionato in solitaria a punteggio pieno.

Per questa nota positiva, però, ci sono anche delle note dolenti, percentuali più che rivedibili dalla linea della carità (10-20) e la necessità di ritrovare la giusta alchimia tra i vari componenti del roster.

Aria di derby questa settimana, con la prossima sfida in programma Sabato 15 Dicembre, che vedrà la 3S affrontare il Torre.
Appuntamento alle ore 20:30 alle scuole medie (meglio note come Crocs’ Arena)

3S CROCODILES – BALONSESTO: 70-60

Busato 14, Scarpa 10, Lo Giudice 4, Puppin 5, Campaner 4, Bagatella 17, Colussi 1, Cappellaro 4, Rossit 8, Beretta 3.

All. Pontani

Enrico Puppin

Il 90 a 75 finale non rispecchia appieno l’andamento di una gara equilibrata e combattuta, vinta di tenacia nel finale.

Match da piani alti in via Avellaneda, con la Falconstar imbattuta, ospite dei bianco-verdi per la settima giornata di andata, Under 18 Gold.

Inizio sprint per i boys di casa, che a metà parziale, comandano 11-5, nonostante percentuali ai liberi al quanto ergastolane. Il primo siluro di Soncin accorcia per i biancorossi, ma il 12 a 5 di break negli ultimi due minuti, regala il 30 a 18 a fine quarto. Riparte sù di giri il motore cordenonese, con Da Pieve e Biason in evidenza, ma è ancora Soncin da oltre l’arco a tenere in scia i cantierini, che alla pausa di metà incontro inseguono sul 40-31. Mea culpa obbligatorio per Valenti e soci, poco cinici nel capitalizzare i numerosi sforzi difensivi.

Monfalcone ne approfitta, e nonostante 3 minuti di sparatorie da FarWest, con gli attacchi sempre a bersaglio (48-35 nel frangente), i ragazzi di coach Franco, lenti ma inesorabili, riaprono il match, impattando sul 55 pari a 11’ dal termine, con Palena (anche 8 rimbalzi e 5 assist) bravo a fil di sirena a sparigliare il punteggio (57-55). Diventa una sfida di nervi, con entrambe le formazioni brave a rispondersi colpo su colpo (63-63 a metà ultimo quarto). Negli ultimi 3 minuti, registrata la fase difensiva, Rossit (7 Rimbalzi di cui 5 offensivi), Casara e Curtarelli (12 punti nell’ultimo periodo), trovano i canestri decisivi per mettere al sicuro il risultato.

In una serata rovente, il gruppo ha risposto presente di fronte alle difficoltà di un avversario tosto e combattivo, sopperendo all’assenza di inizio match di Beretta, oltre all’infortunio di Biason (in bocca al lupo al naso di Jack!!!).

L’allerta meteo si sposta verso la linea della carità. Un’altra serata appena sopra il 50% (13/25) non può che far suonare più di qualche campanello d’allarme.

Sport Fisio Hub vs Falconstar (30-18; 10-13; 17-24; 33-20) 90-75

Colombo 7, Da Pieve 10, Palena 18, Rossit 12, Valenti, Marcon 2, Curtarelli 12, De Ros, Biason 8, Casara 21.

All.ri: Celotto-Pontani

Prestazione sotto tono per Colombo e compagni, che colgono il terzo successo di fila nonostante una gara poco brillante.

Seconda trasferta in due giorni per l’Under 18 Sport Fisio Hub, di scena sul parquet codroipese per l’anticipo della settima giornata. Una partita non proprio esaltante, iniziata con enormi difficoltà nella metà offensiva (8-2 al terzo minuto) e proseguita sui binari delle basse percentuali al tiro. 8 punti di Biason e 5 di Valenti propiziano il +10 della prima sirena (14-24). Ma è un fuoco di paglia. La verve dei

Matteo Valenti #12

padroni di casa tiene viva la contesa, che alla pausa lunga vede il tabellone luminoso sul 26-38. Bisogna attendere la terza frazione per avere una risposta dal campo. Capitan Rossit e soci (ri)trovano intensità difensiva, tramutata in buone soluzioni a tutto campo, e maggior precisione nei pressi del ferro. Sei punti consecutivi di Beretta (8 Rimbalzi e 3 Assist), Colombo e Palena danno il massimo vantaggio di giornata (40-66 a metà ultima frazione) chiudendo definitivamente la partita.

24 palle perse, meno del 50% da due, e uno 0 tondo nella casella dei centri da oltre l’arco, che ricorda molto l’interesse di un conto bancario, sono i numeri horror di un match che difficilmente verrà inserito negli annali del gioco.

Poco male, maniche rimboccate, perché martedì arriva in via Avellaneda una Falconstar ancora imbattuta, allenata dalla vecchia conoscenza in canotta bianco-verde Matteo Franco.

ADP Codroipese vs Sport Fisio Hub (14-24; 12-14; 14-22; 9-14) 49-74

Sport Fisio Hub

Colombo 5, Da Pieve 2, Palena 5, Rossit 12, Valenti 7, Marcon 4, Curtarelli 6, Biason 15, Casara 7, Beretta 11.

All.ri: Celotto-Pontani

I ragazzi della Sport Fisio Hub portano a casa i due punti tra alti e bassi.

L’intermittenza delle prime luci natalizie deve aver contagiato (in negativo) anche i nostri ragazzi Under 18, che alla sesta giornata del campionato hanno fatto visita al Basket 4 Trieste.

Domenico Palena #8

Dopo un primo quarto caratterizzato da grande equilibrio (18 pari alla prima sirena), Rossit e soci tentano una prima fuga, propiziata dai canestri di Casara e un positivo Marcon. Alla risposta triestina, controbatte la coppia Biason-Valenti che consente di andare in spogliatoio su un rassicurante +11 (38-27) e un buon bagaglio a mano di recriminazioni.  Già, perché nonostante le percentuali non felicissime (1/15 da 3 punti all’intervallo) i bianco-verdi hanno lasciato per strada almeno 4/5 conclusioni al ferro che avrebbero consentito un allungo diverso…

I bianco-rossi, approfittando di una ripresa ospite non felicissima tentano il riaggancio, ma la prima fiammata offensiva di Palena (3/4 da 2 e 2/2 da 3) li ricaccia a debita distanza, peccato che sul + 13 (51-38) firmato Colombo, si spengano le luci dall’albero cordenonese. 6 lunghi minuti di digiuno offensivo, rotti ancora una volta dai canestri dalla media dell’8 bianco-verde, seguito da Rossit e Casara, con ancora Biason a chiudere un break (65-46 a a 3 dalla fine) che mette il lucchetto al match, indirizzandolo verso la strada di casa.

In una serata non felicissima (EUFEMISMO) al tiro, i ragazzi hanno risposto presente in altre voci dello scout, distribuendo, ancora una volta, minutaggi e responsabilità. Nenache il tempo di tornare a casa che siamo nuovamente sul parquet per preparare la gara di domani. Giovedì 06/12, palla a due a Codroipo 17.50 .

Basket 4 TS vs Sport Fisio Hub 57-68 (18-18; 9-20; 17-13; 13-17)

Sport Fisio Hub

Colombo 4, Da Pieve 4, Palena 12, Rossit 7, Valenti 4, Marcon 5, Curtarelli, Biason 8, Casara 20, Beretta 4.

All.ri: Celotto-Pontani

 

 

Ritorno tra le mura amiche dopo la deludente trasferta di Muggia per l’Under 18, che alla lunga trova il successo contro il DOM Gorizia.

 

Quinta giornata di andata per il campionato Under 18 Gold, con i ragazzi Sport Fisio Hub chiamati al riscatto dopo la cocente sconfitta rivierasca di 7 giorni fa. Avversario di turno un DOM Gorizia ancora fermo al palo in classifica, ma che sin dalle prime battute del match fa valere fisicità nel pitturato trovando spesso seconde occasioni di tiro (19 rimbalzi offensivi nel match).

Nel 22 a 15 di fine parziale, c’è la firma di ben 8 bianco-verdi già a referto, segno di una positiva distribuzione delle responsabilità offensive. I ragazzi del presidente Tosoni tentano un primo allungo sul 38-24 a 3’ dalla pausa lunga, ma Trobini e Komic tengono in scia gli ospiti (40-31).

La ripresa è un botta e risposta tra gli attacchi, che trovano la via del canestro con facilità e continuità, fino a metà frazione, quando tre siluri filati di Casara, Curtarelli e Palena rompono definitivamente l’equilibrio (77-51 alla penultima sirena).

Valenti e Beretta danno il massimo vantaggio della gara ai bianco-verdi con altri due centri dalla lunga (83-55) e nonostante il DOM non alzi mai bandiera bianca, Rossit e soci amministrano il vantaggio fino al 40’.

Sport Fisio Hub vs DOM Gorizia 93-68 (22-15; 20-16; 25-20; 16-17)

Sport Fisio Hub

Colombo 8, Da Pieve 2, Palena 11, Rossit 6, Valenti 5, Curtarelli 10, De Ros 2, Biason 20, Casara 20, Beretta 9.

All.ri: Celotto – Santarossa

 

Partita fisica e di nervi per la 4ª giornata del campionato di promozione che vedeva gli ancora imbattuti 3S crocodiles affrontare il BVO tra le mura amiche.

Primo quarto caratterizzato da medie disastrose per entrambe le squadre, dovute anche da un gioco molto fisico e da un arbitraggio permissivo.
Periodo di gioco che procede con mini parziali sia da una parte che dall’altra, giungendo alla prima pausa sul 15 pari.

Manu Colussi – Decisivo sui due lati del campo

Dopo la prima mini-pausa i padroni di casa entrano in campo ancora con il freno a mano tirato, mentre gli ospiti sembrano essere più in ritmo ed infatti allungano sino al 27-20 di metà periodo.

In questa frazione di gioco solo Casara e Busato riescono a tenere ancora in partita i bianco verdi, i quali accorciano il distacco anche se rientrano negli spogliatoi sotto di 4 lunghezze (31-27).
Coach Ponti negli spogliatoi suona la carica e gli effetti si vedono subito, si alza l’intensità difensiva che porta a diversi palloni rubati e contropiedi  (Colussi 4 rubate nel quarto).

A metà 3º quarto esplode il gioiellino Casara (21punti, 4/6 dalla lunga per lui) che con 3 bombe quasi filate porta i suoi a condurre la partita sul 53-41 all’ultima pausa.

Nell’ultimo quarto BVO prova a rientrare, utilizzando una difesa a zona, la quale non risulta essere troppo efficace, infatti concede varchi ai ragazzi di Pontani che sono bravi a gestire il vantaggio.
Due canestri di Colussi e la bomba del solito Scarpa fissano il punteggio finale sul 73-58 per i crocodiles.

4 su 4 per i ragazzi di Pontani che guidano la classifica a punteggio pieno insieme a Spilimbergo, Maniago e Chions, quest’ultimo prossimo avversario della 3S giovedì 29 alle ore 21.

ASD 3S Basket Cordenons vs BVO 73-58
Busato 9, Scarpa 8, Casara 21, Puppin 2, Campaner 4, Bagatella 2, Colussi 12, Cappellaro 3, Uria 8, Biason 4.

Enrico Puppin

 

La Sport Fisio Hub comanda per 39’ e 40” sul parquet rivierasco, salvo farsi raggiungere e superare all’ultimo respiro.

Trasferta insidiosa doveva essere e insidiosa è stata. L’8 a 0 iniziale, firmato dal trio Da Pieve, Rossit, Casara, sembra spalancare le porte ad una serata in discesa. La risposta dei blu di casa non si fa attendere, e arriva con canestri nel cuore dell’area e scorribande a tutto campo (18-22 ospite alla prima pausa).

Al rientro dalla mini-pausa, la difesa sale di tono, e anche l’attacco alla zona muggesana trova buone soluzioni, e diversi protagonisti, permettendo un break importante, fino al 39 a 26 dell’intervallo.

Il trend si infrange nostro malgrado, al rientro dagli spogliatoi. Superficialità in alcuni dettagli, la sensazione di restare avanti nel punteggio, senza mai avere il controllo definitivo del match, tengono la partita viva a 10 dall’ultima sirena (50-57).

Parziale e contro parziale, caratterizzano anche l’ultima frazione, con l’Interclub Muggia che trova il primo vantaggio sul 71-70 a 21” dalla fine. Time-out bianco-verde e canestro immediato sugli sviluppi della rimessa 71-72. Pronta risposta di Lavince che su rimbalzo d’attacco insacca il nuovo +1. L’ultimo tentativo di Curtarelli, ben costruito dalla squadra, si infrange sul ferro, lasciando il referto rosa in riva all’Adriatico.

In una serata non particolarmente felice al tiro, fa urlare di rabbia il 12/22 ai tiri liberi…

Niente drammi. Alcune riflessioni. Si torna in palestra, unica medicina in questi casi, con appuntamento fissato per Giovedì 29, ore 20:30 palazzetto. Palla a due con il DOM Gorizia.

Interclub Muggia vs Sport Fisio Hub 73-72

Colombo 6, Da Pieve 7, Palena, Rossit 11, Valenti, Marcon, Curtarelli 11, De Ros 2, Biason 17, Casara 15, Beretta 3.

All.ri: Celotto-Pontani

Sul parquet del Don Bosco Trieste, Moretti e compagni tengono sulla corda gli alabardati fino a 4’ dal termine.

Sfida improba per l’ultima giornata del girone di andata Under 16 Eccellenza per la squadra marchiata Autoscuola Cordenonese. Ma esclusi i primi 14’ di puro timore (terrore) reverenziale, vi parleremo di un match giocato e marchiato da un grande spirito di sacrifico. Alla prima sirena la partita sembra già in ghiacciaia (28-12 interno) e il 36 a 15 di metà secondo parziale, sembra indirizzare la contesa verso un’imbarcata di proporzioni epocali.

Accantonata la paura, i bianco-verdi giocano più sciolti in attacco e mordenti in difesa. Lomele e Ndompetelo trovano con continuità la via del canestro e quando De Ros insacca da oltre l’arco la partita trova un senso per entrambe le formazioni (41-30 al 20’).

Il 6-0 cordenonese dei primi minuti di inizio ripresa costringono coach Gilleri a time-out e passaggio a zona. Nonostante qualche passaggio a vuoto offensivo, i ragazzi Autoscuola si spingono sino al -5 di fine quarto, toccando un solo possesso di ritardo sul 59-57 a 8 dalla fine.

Lo sconfinato talento giuliano mette la parola fine al match con 29 punti a bersaglio nel solo ultimo parziale.

Salesiani Don Bosco vs Autoscuola Cordenonese 86-71

Della Toffola 6, De Ros 7, Moretti 2, Basso 4, Dal Maso, De Tina 6, Portaro, Ndompetelo 12, Marcon 3, Mazzariol 11, Lomele 20.

All.ri: Celotto-Pupulin