Ultima partita per Cappellaro e compagni, prima di affrontare le due finali per la coppa FVG.

Clima non dei migliori, tante assenze e tanta spensieratezza dato il primo posto già conquistato.

Fin dalle prime battute si prevede un match tecnicamente, tatticamente e fisicamente non dei migliori; 17-8 per Sacile dopo i primi 10′.

Coach Celotto suona la carica, capitan Cappellaro risponde presente e con una valanga di triple riesce a tenere la sua squadra a galla all’intervallo. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 29-27 per gli ospiti.

Al rientro in campo i padroni di casa aumentano l’intensità difensiva creando confusione a Sacile che non ci capisce più nulla. Ancora determinante il capitano con altre bombe con dediche speciali. 40-36 Cordenons dopo 30′.

Gli ultimi 10′ si preannunciano intensi, dal punto di vista dell’equilibrio; dopo aver condotto per molto tempo, i bianco – verdi inciampano sulla zona di coach Ortolan e buttano via il vantaggio. L’ennesima bomba di Cappellaro scrive 52-52 ad una trentina di secondi dalla fine. Da qui in poi l’Intermek stacca la spina, prende una bomba (55-52), perde palla (57-52) e butta via il possesso per riaprire la partita.

Finisce 58-52 per Sacile.

INTERMEK 3S – SACILE BASKET 52-58 (8-17, 27-29, 40-36)

INTERMEK: Rossit 3, Martin 2, Curtarelli 7, Silvestrin ne, Busiello 4, Cappellaro 26, Muzzin 2, Camaj 2, Lo Giudice 6 (10 rebs). All. Celotto, Ass. Brusadin

SACILE: Covre, Cais 10, Poletto 3, Fernandez 2, Celot, Della Libera, Corazza 9, Cipriani 3, Tonussi 5, Malutta 17, Segat 7. All. Ortolan

Arbitri: Toldo

Andrea Brusadin

Dopo tanto stop tra la prima fase e la seconda, finalmente si inizia.

Il primo ostacolo è Udine di coach Montena, che viene dal nostro girone e che abbiamo battuto sia all’andata che al ritorno.

Il Carnera si conferma un fortino, difficilissimo da espugnare. Nel primo periodo sembra una partita calcistica, 5-4 Cordenons dopo 5′ di gioco; le percentuali non sono alte e le due squadre si “studiano” per tutti i primi 10′: 12-7 esterno alla prima sirena.

Nel secondo periodo i padroni di casa cominciano a prender fiducia e piano piano impattano il risultato sul 20-20. Un paio di guizzi offensivi in più portano Udine a condurre 25-23 alla pausa lunga.

Al rientro dagli spogliatoi c’è solo una squadra che gioca, ed è l’Apu; Cordenons non riesce più a trovare buoni tiri nella metà campo offensiva e fa molta fatica a rientrare in difesa. Il parziale di Diop e soci nel terzo periodo è sostanziale, tanto da portare gli udinesi sul 42-31 alla fine dei primi 30′.

L’ultimo quarto inizia com’era finito il terzo, i bianco – verdi non riescono ad entrare in partita e sprofondano sul -15 (51-36) a 3′ dal termine; è qui che la partita cambia: De Santi si carica la squadra sulle spalle (11 punti negli ultimi 3′) e porta la squadra ospite sotto di 6 lunghezze (55-49) quando manca meno di un minuto da giocare. Nell’azione seguente la difesa 1-3-1 imposta da coach Celotto dà i suoi frutti e arriva una palla recuperata con conseguente bomba di Diana per il 55-52; altra palla recuperata e fallo subito con 2/2 in lunetta di Damjanovic. 55-54 con una trentina di secondi da giocare. Time-out Udine. Terza sanguinosa palla persa degli udinesi ed altro fallo subito dal numero 11 cordenonese. 0/2. Il fato vuole che Cordenons abbia la palla della vittoria, infatti arriva un ennesimo possesso buttato da parte di Visintin. Damjanovic ci prova, ma il Dio del basket dice no. Finisce 57-54 con la carambola dei tiri liberi per Udine.

La prossima partita per i nostri u18 è martedì 27 marzo alle 19 a Bologna, contro le Vu Nere.

APU GSA UDINE – INTERMEK 3S 57-54 (7-12, 25-23, 42-31)

UDINE: Ohenhen 4, Visintin 7, Paolini, D’Antoni 4, Monticelli 10 (10 rebs), Pavlovic 7, Zanelli, Solini, Azzano 8, Cautiero 10 (12 rebs), Diop 2, Ceschia 5. All. Montena, Ass. Gerometta

INTERMEK: Rossit (8 rebs), Pivetta 7 (9 rebs), Diana 8, Damjanovic 14 (9 fd), Corazza, Silvestrin ne, Curtarelli, De Santi 16, Casara ne, Camaj 9, Lo Giudice. All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

Arbitri: De Biase e Bragagnolo

Andrea Brusadin

Nella penultima giornata della coppa FVG, l’Intermek fa visita a Fiume Veneto.

Nel primo periodo inizia meglio Fiume Veneto che trova feeling col canestro e sicuramente più continuità della 3S. Il punteggio alla fine dei primi 10′ è di 21-16 per i locali.

Il secondo periodo cambia rotta: Cordenons alza l’intensità in difesa e corre in attacco. Concede solo 6 punti in 10′ agli avversari e ne segna 22 andando negli spogliatoi sul +11 (38-27).

Al rientro dagli spogliatoi la concentrazione in casa ospite si riduce, Fiume riprende da dove aveva lasciato alla fine del primo periodo e vince anche il terzo quarto: il punteggio dopo 30′ è 49-43 per Diana e compagni.

Nell’ultima frazione succede quello che coach Celotto sponda Cordenons non si augura: i bianco – verdi mollano totalmente la presa e si ritrovano a giocarsi la partita negli ultimi possessi. Una bomba di Cappellaro porta i suoi sul 65-64 a circa 30″ da giocare. Fallo sistematico per giocarsi l’ultimo possesso, Innocente è freddo e fa 2/2 per il 66-65 Fiume Veneto; Cappellaro fallisce la tripla del vantaggio e il match finisce così.

Questa volta vince il Celotto grande, Marco!

Ultima partita per l’u20 targata Intermek, lunedì 19 marzo a San Quirino alle 20.45 vs Sacile.

FIUME VENETO – INTERMEK 3S 66-65 (21-16, 27-38, 43-49)

FIUME VENETO: Foresto 9, Bartle, Basso 8, Vignando 2, Burella 21, Innocente 14, Tamai, Zannese 8. All. Celotto Marco

INTERMEK: Rossit, Spagnol 4, Pivetta ne, Diana 26, Curtarelli 10, Busiello (15 rebs), Martin 4, Cappellaro 16, Camaj 5. All. Celotto Matteo, Ass. Brusadin

Arbitri: Verardo

Andrea Brusadin

Serviva una vittoria per essere matematicamente primi nella seconda fase.

Dopo la convincente prova dell’andata, la 3S approcia in modo sbagliato la partita. Nel primo quarto sono Zambon e compagni a fare la partita: 13-12 per Azzano.

Nel secondo periodo l’Intermek prende ritmo e vola fino al 30-21, per poi chiudere solo sul +5 (32-27) dopo i primi 20’.

Al rientro dagli spogliatoi diventa tutto in discesa per Cordenons, che a sprazzi, quanto basta, alza le percentuali ed esprima una buona pallacanestro; 48-39 alla fine del terzo quarto.

L’ultimo quarto equivale a gestione per Pivetta e soci. A pochi minuti dal termine Azzano si fa sotto ma è troppo tardi: 69-58 il punteggio finale.

Il prossimo appuntamento nel campionato u20 è fissato per lunedì 12 marzo nel match a Fiume Veneto.

 

INTERMEK 3S – AZZANO BASKET 69-58 (12-13, 32-27, 48-39)

INTERMEK: Rossit 2, Pivetta 19, Diana 9, Damjanovic 8, Curtarelli 6, De Santi 11, Silvestrin ne, Camaj 10 (9 rebs), Lo Giudice 2, Busiello 2, Cappellaro. All. Celotto, Ass. Brusadin

AZZANO: Zilli, Zanetti 6, Bottos, Belfiore 2, Colombo 16, Casagrande, Lovisa 8, Turchet 8, Perissinot, Zambon 18. All. Mack

Arbitri: Toldo

Andrea Brusadin

Per la terza volta in stagione, la partita contro Spilimbergo è una lotta.

Fin dal primo periodo c’è equilibrio, con la compagine cordenonese che prova a scappare, ma gli ospiti non mollano. Il primo quarto finisce sul 13 pari.

Il secondo periodo vede i bianco – verdi scavare un solco tra loro e gli avversari per poi, come spesso accade, staccare la spina troppo presto rispetto alla sirena e prendere un parziale che li porta negli spogliatoi in vantaggio solo di 3 lunghezze (30-27).

Al rientro dagli spogliatoi sembra un’altra partita: l’Intermek alza l’intensità, corre e difende. Il terzo parziale è significativo, a 10’ dal termine Cordenons conduce sul 44-33.

Gli ultimi 10’ sono un’ennesima battaglia: fino a pochi minuti dal termine Spilimbergo non molla e torna in partita fino a finire la benzina ed arrendersi di fronte a Diana e compagni. Finisce 55-46 per la 3S che è ad una vittoria dal primo posto matematico.

INTERMEK 3S – VIS SPILIMBERGO 55-46 (13-13, 30-27, 44-33)

INTERMEK: Rossit 3 (8 rebs), Cozzarin 5, Pivetta 7 (11 rebs, 5 ast), Diana 10 (5 ast), Silvestrin, Cappellaro 12, Muzzin 8, Camaj 1, Lo Giudice 7 (9 rebs). All. Celotto, Ass. Brusadin

SPILIMBERGO: Iob S. ne, Favaretto 7, Iob M. 15, Del Col 7, Martinuzzi ne, Beltrame, Nassutti, Fabris 8, Donati, Mariuttu, Gaino 2, Fabbro 7. All. Patisso

Arbitri: Miniutti

Andrea Brusadin

Dopo la pioggia di triple a Sacile, l’Intermek è impegnata in quel di Sacile.

Partita dai ritmi blandissimi, i bianco – verdi attaccano ma non difendono: 22-15 il vantaggio dopo 10’.

Il secondo quarto è sulle orme di quello precedente, l’approcio difensivo è imbarazzante e Porcia ne approfitta andando spesso a canestro senza difensori. All’intervallo lungo la 3S guida sul 45-38.

Al rientro dagli spogliatoi la musica cambia, Curtarelli e compagni alzano l’intensità difensiva e aumentano le percentuali dal campo; il terzo quarto spezza definitivamente il match, Cordenons vola sul +19 (65-46).

L’ultimo quarto è a senso unico, i padroni di casa mollano la presa, mentre gli ospitini continuano a bombardare dall’arco senza pietà. Il risultato finale è 96-52.

Il prossimo appuntamento per l’Intermek nel campionato u20 è fissato per lunedì 26 marzo contro Spilimbergo alle 20.45 a San Quirino.

PORCIA – INTERMEK 3S 52-96 (15-22, 38-45, 46-65)

PORCIA: Pasut ne, Colafemmina 4, Vignadel ne, Turchet 15, Cancian, Comel 12, Piovesana 14, Masutti 1, Rosolen 2, Ambrosio 2, Bortolussi 2, Santarossa. All. Petrovic

INTERMEK: Rossit, Spagnol 4, Diana 14, Curtarelli 21, Silvestrin 16 (5 ast), Cappellaro 12 (6 ast), Busiello 2, Muzzin 7, Camaj 14, Lo Giudice 6 (7 rebs). All. Celotto, Ass. Brusadin

Arbitri: Verardo

Andrea Brusadin

Ultima giornata di regular season, e derby tra la 3S e il Nuovo Basket.

Partita importante in ottica orgoglio, dopo l’andata rivedibile, e, guarda a caso, classifica; infatti vincere vuol dire secondo posto, davanti ad Udine.

Pronti, via e i ragazzi di coach Celotto mostrano il fuoco che hanno dentro. Dopo i primi 10’ di alta intensitá e concentrazione, i padroni di casa guidano per 26-16.

Il secondo quarto è la fotocopia del primo, Passador e compagni fanno fatica a capirci qualcosa, mentre la 3S si diverte giocando a pallacanestro. Primi 20’ superbi da parte dei bianco – verdi e 53-27 all’intervallo.

La paura ora è come si svolgeranno i prossimi due periodi: da una parte una squadra a +26, dall’altra quella incazzata, a -26.

Ed è proprio la squadra di coach Paludetto che, dopo 20’ di confusione, alza l’intensità difensiva e trova delle buone (e fortunose) soluzioni offensive chiudendo il terzo parziale sotto di 15 lunghezze (67-52).

Negli ultimi 10’ l’inerzia resta dalla parte del Nuovo Basket che, grazie alla fiducia che trova nella metà campo difensiva, arriva fino al -6 (69-63) a 3’ dal termine. A questo punto del match, per fortuna dell’Intermek, quale giocata individuale di Damjanovic e Pivetta consolida quello che ha detto il tabellone nei 37’ precedenti: vince Cordenons 81-69.

Ora la 3S è attesa dall’interzona in un girone composto da Virtus Bologna, Basket San Lazzaro, Oxygen Bassano, Apu Gsa Udine e De Longhi Treviso.

INTERMEK 3S – NUOVO BASKET 2000 81-69 (26-16, 53-27, 67-52)

INTERMEK: Colombo, Rossit, Pivetta 19, Diana 10, Damjanovic 13 (7 rebs, 6 ast), Corazza, Silvestrin 4, Curtarelli, De Santi 15, Casara, Camaj 8, Lo Giudice 12. All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

NUOVO BASKET: Barzan 6, Valan, Botter 21, Beretta 2, Jakes 13, Passador 3, Finardi, Perosa, De Rosa 5, Facca 9, Burigana 10 (9 rebs). All. Paludettp, Ass. Marella

Arbitri: Meneguzzi e Fabbro

Andrea Brusadin

Partita da alta classifica, Cordenons visita Azzano di coach Mauro.

Primo quarto che parte col botto: Zanette con due triple consecutive, risponde Camaj. Gli attacchi la fanno da padrone. Dopo 10’ 26-20 per i bianco – verdi con una bomba di Diana allo scadere.

Nel secondo periodo Cordenons continua a macinare in attacco, trovando buone percentuali grazie ad una super difesa. Azzano va in tilt e trova meno la via del canestro. All’intervallo il tabellone dice locali 32 – 53 ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi la concentrazione da parte dell’Intermek cala drasticamente, mentre Zambon non vuol sentirne di arrendersi: 12-0 di parziale e meno 9. Dopo un time out di coach Celotto, la compagine cordenonese ricomincia dalla difesa, essendo aggressivi per poi correre in attacco. Dopo 30’ il punteggio è 80-59.

L’ultimo quarto è una continua battaglia, con i ragazzi di coach Mauro che non mollano e gli ospiti che non si accontentano: ne viene fuori un bel match che si conclude sul 103-80 per Damjanovic e compagni.

Il prossimo appuntamento per i ragazzi targati Intermek nel campionato u20 è fissato per lunedí 12 febbraio a Sacile.

AZZANO BASKET – INTERMEK 3S 80-103 (20-26, 32-53, 59-80)

AZZANO: Zilli 2, Clemente 2, Zanette 17, Zuccato 5, Colombo 21, Lovisa 10, Turchet 2, Zambon 21. All. Mauro

INTERMEK: Rossit 8, Pivetta 13 (5 ast), Diana 9, Damjanovic 12, Curtarelli 7, De Santi 6, Silvestrin 7, Busiello 2, Cappelaro 8, Camaj 16 (9 rebs), Lo Giudice 15 (8 rebs). All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

Arbitri: Meneguzzi

 

Andrea Brusadin

Nella palestra di via del Pioppo va in scena la penultima giornata della prima fase del campionato u18, con Cordenons che affronta la Dgm di coach Malagoli.

Partita mai in discussione, fin dai primissimi minuti di partita: le scorribande di Damjanovic e le triple di Pivetta fissano il risultato sul 18-9 dopo i primi 10′.

Il secondo quarto continua sulla stessa lunghezza d’onda, con i bianco – verdi che aumentano il divario sul 33-16.

Al rientro dagli spogliatoi si rinnova quello visto precedentemente: Cordenons che domina sui due lati del campo, mentre degli udinesi l’ultimo a mollare è Bennici. 48-27 dopo 30′.

Nell’ultimo quarto coach Celotto aumenta le rotazioni e si permette di sperimentare nuove idee: il match finisce sul 62-38 in favore dell’Intermek.

Il prossimo ed ultimo appuntamento di questa prima fase è fissato per giovedì 15 febbraio nel derby contro il Nuovo Basket di coach Paludetto; palla a due ore 20.30 al palazzetto di via Avellaneda.

 

 

DGM CAMPOFORMIDO – INTERMEK 3S 38-62 (9-18, 16-33, 27-48)

DGM: Mittino 8, Malagoli 5, Perrone, Rizzi, Lazzara, Fabbro, Stazi 2, Bellan 4, Bennici 11 (7 rebs), Rossi, Feruglio 8. All. Malagoli

INTERMEK: Colombo, Rossit 6 (6 rebs), Pivetta 14, Diana 6 (4 ast), Damjanovic 9 (4 ast, 7 rebs), Silvestrin 2, Curtarelli 2, De Santi 7, Camaj 6 (8 rebs), Lo Giudice 10 (10 rebs). All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

Arbitri: Frongia e Figus

Andrea Brusadin

Terza giornata di andata per l’Intermek nel campionato u20: arriva Fiume Veneto di coach Celotto Sr.

Nel primo periodo non fa canestro nessuno, e il Dio del basket per non far torti a nessuno decide che i primi 10’ finiscono sul 12-12.

Nei secondi 10’ il rebus del far canestro rimane, fino a 5’ dalla sirena quando i padroni di casa infilano 4 azioni di fila con una bomba: 35-30  per Silvestrin e soci all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi i locali mettono il turbo, e partendo dalla difesa creano un divario importante alla fine del terzo quarto (51-37).

Durante l’ultimo quarto l’Intermek gestisce il vantaggio e lo aumenta finendo la partita sul +17 (67-50).

La prossima partita u20 è prevista per giovedí 8 febbraio cin trasferta contro Azzano Decimo.

 

INTERMEK 3S – FIUME VENETO 67-50 (12-12, 35-30, 51-37)

INTERMEK: Rossit 2, Cozzarin, Busiello, Diana 12 (9 ast), Curtarelli 4, Silvestrin 19 (9 rebs, 9 stl, 6 ast), Cappellaro 8, Camaj 12, Lo Giudice 10 (13 rebs). All. Celotto Matteo, Ass. Pupulin e Brusadin

FIUME VENETO: Foresto 10, De Bortoli, Basso 4, Gumiero 2, Vignando, Burella 13, Innocente 4, Sabolotto 7, Zannese 8, Tamai 2. All. Celotto Marco

Arbitri: Serafino

Andrea Brusadin