Non è da tutti qualificarsi alle finali nazionali del 3X3, noi ci siamo riusciti … e per il secondo anno di fila!! Quest’anno si sono disputate a Castellana Grotte (BA) dal 22 al 24 giugno, e per evitare un viaggio infinito in pulmino, abbiamo preso l’aereo, partenza dall’aeroporto di Treviso alle 17.10 del 21 giugno e, tra prime esperienze di volo e ritardo dell’aereo, siamo atterrati a Bari sani e salvi.

Non appena ci hanno portati nel nostro hotel ci siamo diretti subito al ristorante per rifocillarci e successivamente siamo rientrati nelle nostre stanze per riposare ed essere pronti al meglio per le partite del giorno successivo.

Nel nostro girone c’erano Eteila Basket Valle d’Aosta, Cagliari e i padroni di casa, CUS Bari. Abbiamo giocato due partite alla mattina, la prima contro Valle d’Aosta, vinta 16-4, la seconda contro Cagliari, vinta con lo stesso punteggio. Pausa pranzo per poi ritornare a giocare al pomeriggio contro Bari, il quale, forse da noi sottovalutata, ci ha sconfitto con il punteggio di 11-7. Si concludeva così la prima fase.

Non si trattava solo di un torneo, possiamo definirla anche una mini vacanza, perché alla mattina abbiamo avuto la possibilità di andare a visitare Alberobello, città stupenda, l’unica pecca è che facevano i panzerotti solo al pomeriggio, vanificando i nostri sogni di poterli assaggiare (poi per fortuna l’hotel è stato gentile e ce li ha fatti!!!). Al pomeriggio eravamo carichi e pronti ad affrontare le squadre del girone A, ovvero Napoli, Perugia, SBC Roma e Stamura Ancona, queste partite erano fondamentali per guadagnare punti e guadagnarsi l’accesso ai quarti. Contro Napoli siamo partiti male, anche qui probabilmente colpa nostra per averli sottovalutati, non siamo riusciti poi a recuperare e abbiamo perso 12-10, sprecando una grande occasione, dato che anche la partita successiva, contro Perugia, siamo stati sconfitti 15-8. La nostra giornata si concludeva li.

Sabato 23 sera, abbiamo cenato insieme alle altre squadre e quando tutti avevano finito di mangiare, è iniziata una piccola festicciola, con balli di gruppo e anche individuali; qua, la 3S Cordenons, non avrà vinto le finali nazionali, ma ha vinto la gara di ballo, è riuscita a conquistare tutti dimostrando all’Italia intera le  proprie doti da ballerini.

Tornando al basket, non eravamo per niente soddisfatti della giornata trascorsa e sapevamo che per qualificarci bisognava dare il tutto per tutto e cambiare atteggiamento… e così è stato, la mattina successiva abbiamo battuto Roma tenendo vive le speranze di entrare tra le prime 8. Restava solo Ancona, la prima del girone A, se avessimo vinto ci saremmo qualificati sicuramente, ma così non è stato, abbiamo perso al supplementare dopo una bellissima partita 13-12.

Siamo riusciti a qualificarci con la differenza canestri, ma non è stata questione di fortuna, perché ce lo siamo meritati, riuscendo a fare più punti e quindi a giocare meglio delle altre squadre che non si sono qualificate. Passando il turno come quarti, al pomeriggio ci siamo scontrati contro la prima degli altri due gironi, ovvero Salzano. È stata veramente una partita bellissima e mozzafiato, ma alla fine l’hanno spuntata i veneti per 13-12 con un nostro tiro che si è infranto sul ferro allo scadere. Eravamo molto dispiaciuti perché eravamo consapevoli di poter andare più in fondo ma allo stesso tempo eravamo consci di essere usciti a testa altissima. Concluse le finali, che hanno visto vincitrice Bari contro appunto Salzano, siamo usciti la sera a fare un giro per il centro di Castellana Grotte e il mattino seguente siamo riusciti ad accantonare la delusione andando a prendere il sole a Monopoli.

Però come tutte le belle avventure, c’è sempre una fine; dopo aver salutato tutti ci siamo recati verso l’aeroporto e non appena siamo tornati a Treviso si è conclusa ufficialmente la nostra avventura. Siamo veramente soddisfatti di essere arrivati tra le prime 8 squadre in Italia, abbiamo avuto l’opportunità di giocare contro squadre di serie A, ma soprattutto di divertirci, conoscere nuovi posti e fare nuove amicizie con le quali abbiamo condiviso momenti anche fuori dal campo.

 

Axel, Grandpa, Jack e Piwi ringraziano Castellana Grotte per l’ospitalità e fanno i complimenti per come hanno organizzato il tutto, è stato veramente eccezionale, soprattutto il cibo, dove anche qua la 3s si è fatta riconoscere e non ha avuto rivali. Ma ringraziamo in particolare anche il Pres e la società per questa esperienza indimenticabile, ma un ringraziamento speciale va a Matteo, che oltre ad essere stato il nostro accompagnatore e coach, è stato in primis il nostro migliore amico, con il quale ci siamo divertiti un mondo e ha reso questa avventura veramente speciale e unica.

Grazie di cuore.

Alex, Alessandro, Giacomo, Simone.

#savethedate

Mercoledì 13 Giugno, alle ore 18:30, presso il palazzetto dello Sport di Cordenons, presenteremo nel dettaglio, a tutte le famiglie, la quarta edizione del Summer Day Camp.

Se il tuo bimbo è iscritto, non mancare!!!

 

A due settimane dall’inizio del camp, restano ancora posti disponibili… Nel dettaglio, sono ancora libere 7 iscrizioni per la settimana 18-22 Giugno, e solo 3 per la settimana dal 25 al 29 Giugno. Per dubbi, domande o perplessità non esitare, chiama Matteo al 392 2638521, oppure passa in segreteria oggi o venerdì, dalle 17.00 alle 19.15.

PREZZI

Una Settimana Giornata Intera – 75 € – 55 € Se beneficia del contributo comunale valido per bimbi residenti a Cordenons 6-11 anni

Due Settimane Giornata Intera – 140 € – 100 € Se beneficia del contributo comunale valido per bimbi residenti a Cordenons 6-11 anni

Mezza Giornata – 50 € – 40 € Se beneficia del contributo comunale valido per bimbi residenti a Cordenons 6-11 anni

Buono Pasto 4,2 €

Scarica il modulo di iscrizione cliccando qui

 

 

Giornata conclusiva per il torneo della Befana Baskettara aperto dai quarti di finale tra Basket Trieste e Povoletto. I muli iniziano meglio, complice anche un pò di timore reverenziale dei blu di coach Desio. Superata l’emozione iniziale il primo tempo si gioca in grande equilibrio chiudendosi sul 7-5 bianco-rosso. Nella ripresa Trieste tenta l’allungo decisivo spingendosi sul +8, ma Povoletto ricuce più volte sino al meno 3 prima di soccombere sul 20-14 conclusivo.

In contemporanea, nella palestra delle Scuole Medie, la Pallacanestro Vittorio impone la supremazia fisica nel derby veneto con il Basket Motta allungando durante l’arco della gara sino al 36-21 finale. Vittorio raggiunge cosi il Basket Trieste in semifinale per le prime quattro posizioni, mentre Basket Motta si accoppia con Povoletto per le semifinali di consolazione.

Mattinata di derby che prosegue con i verdi di casa che se la vedono con i ragazzi di Carlo Rigo. Torre inizia caparbia e resta avanti per i primi 5’ di gara. La musica cambia non appena Mazzali e soci registrano la difesa e corrono il campo in contropiede. Il tutto si produce in un break positivo per il 24-10 dell’intervallo sino al 42-10 della sirena finale.

Nuovo Basket 2000 e Azzurra Trieste danno vita al quarto di finale più equilibrato, con una gara bella e vibrante fino ai 60’’ finali, con i giuliani più scafati nel gestire il minuto conclusivo che li porta in semifinale per giocarsi le prime quattro posizioni (11-17 il tabellone luminoso a fine match).

Semifinale calda ed emotivamente carica tra Pallacanestro Vittorio Veneto e Basket Trieste, con i primi 10’ vissuti sul filo dell’equilibrio e con grande carica agonistica da parte di entrambe le squadre. Nella parte conclusiva del primo tempo i ragazzi di Bazzarini allungano grazie a buone giocate in contropiede (12-17 alla pausa lunga). Nella ripresa Trieste soffre la fisicità veneta con Vittorio che risale la china sino al 17-19 a 3’ dalla fine, ma il finale sorride agli alabardati che guadagnano così la finalissima.

Equilibrio anche alle Scuole Medie dove Povoletto è in missione per trovare la prima vittoria del torneo, ma Andrea Garbin e i suoi sono di un altra opinione e agguantano la finale 5/6 posto, imponendosi 21-17.

Semifinale ruspante tra Azzurra Trieste e i ragazzi di casa, con i verdi che allungano decisi 15-6 all’intervallo. Partita chiusa? Neanche per idea. I ragazzi di Crocenzi riducono il gap minuto dopo minuto, punto su punto, arrivando a -3 con 20’’ da giocare, senza però trovare lo spunto finale per conquistare la finale. Triestini che raggiungono la Pallacanestro Vittorio per terzo-quarto posto, mentre coach Pupulin conquista la finalissima soprattutto grazie al buon margine costruito nei primi 15’.

L’ultima partita della mattinata mette di fronte Nuovo Basket 2000 e Torre Basket per l’ennesimo derby di questa due giorni baskettara. I ragazzi del presidente Silvani ci provano a cogliere il primo successo nel torneo, ma cozzano contro le maggiori rotazioni dei giallo-blu di Pizzioli.

Per il settimo-ottavo posto Povoletto conferma quanto di buono fatto vedere nelle precedenti partite, cogliendo il primo urrà della Befana Baskettara, imponendosi 26-19 sul Torre Basket, a cui vanno comunque i complimenti per lo spirito battagliero mostrato nelle sei partite disputate, considerati anche i numerosi 2007 presenti a referto.

La finalissima del tabellone di consolazione sorride ai ragazzi di Garbin, che superano in volata il Nuovo Basket 2000 in un match vissuto sul filo del rasoio per tutti i 30’, 20-18 il tabellone luminoso finale.

Pallacanestro Vittorio Veneto e Azzurra Basket Trieste si sfidano ad alta intensità e fisicità, con i veneti che allungano a +6 all’intervallo, ma gli azzurrini dimostrano di essere autentici die hard, e come nella semifinale si rifanno sotto, agguantano la parità e allungano sino alla meritata vittoria finale.

La partita per il primo e secondo posto mette di fronte padroni di casa e Basket Trieste. Giacomelli e soci partono a razzo, 11-2 dopo 5’, con Bazzarini costretto al time-out per tamponare l’emorragia. Trieste rientra in campo più combattiva, e nonostante il +6 Henry Glass dell’intervallo gli alabardi non mollano la presa e regalano così uno straordinari finale punto a punto alle tribune gremite del palazzetto. Dopo il pareggio di Deangeli, e una serie di possessi a vuoto per entrambe le formazioni, è un libero di Pezzutto a 11’’ dalla fine a sparigliare la contesa, consegnando il primo posto al team del presidente Tosoni.

Due giorni lunghi e intensi, densi di emozioni, con ben 24 partite disputate e due campi di gioco che hanno ospitato quasi 20 ore di palla a spicchi, per tutto questo dobbiamo dire grazie alla disponibilità di tutte le squadre, arbitri, refertisti, a chi ci ha fatto trovare caffè e brioche per iniziare al meglio le due mattine, a tutte le mamme e i dirigenti che hanno aiutato a servire le 170 persone che hanno pranzato con noi. A tutti voi, grazie per la collaborazione e arrivederci alla prossima occasione.

 

 

Prima giornata della Befana Baskettara aperta dai nostri dirimpettai, con Nuovo Basket 2000 e Torre Basket in campo quasi all’alba. Dopo un primo tempo comandato dai bianco-blu di coach Rigo, la ripresa offre nuovi protagonisti nel match, con le iniziative di Del Grande e Scaramuzza a invertire le sorti del match, grazie anche ai soli 4 punti concessi. 24-11 il risultato finale.

Seconda gara del girone Amelia caratterizzata dallo strapotere fisico di Basket Trieste, che prova l’allungo nel primo tempo grazie ai numerosi secondi, e a volte terzi tiri. Risultato sul 12-8 alla pausa lunga per i giuliani. Il team allenato da Garbin non molla la presa, e nei secondi 15’ ricuce più volte sino al meno 2, mancando però l’aggancio finale.

Tempo di rifiatare per le linci ed è subito palla a due con Nuovo Basket 2000. L’inizio lanciato dei giallo-blu sorprende il Basket Motta, con i naoniani che sprintano via 24 a 8 all’intervallo, allungando nella ripresa sino al 38-18 dell’ultima sirena.

Quarta partita del girone tra Basket Trieste e Torre Basket imperniata dalla supremazia del collettivo di Bazzarini. I torresani però non mollano e giocano a viso aperto a dispetto del risultato, onorando l’impegno fino all’ultimo secondo.

Giuliani e Nuovo Basket si giocano il primato nel girone, rispettando le attese e dando vita ad una sfida vibrante ed equilibrata, che ha entusiasmato le tribune gremite del palazzetto. Nel finale, la maggior lucidità dei bianco-rossi decide la contesa 19-17.

Ultimo match della mattinata tra Torre Basket e Basket Motta per delineare terzo e quarto posto nel girone Amelia. Dopo 5’ di equilibrio Moschetta si carica la squadra sulle spalle e trascina i suoi sul 21-12 dell’intervallo.

Pronta reazione per le linci del presidente Granzotto, che in pochi minuti prima impattano sul 21 pari e poi alcungano 23-29 a 3’ dalla fine, gestendo agevolmente il vantaggio accumulato nei minuti finali, chiudendo così terzi il girone di qualificazione.

Dopo una mattina ricca ed intensa, non potevamo aspettarci un pomeriggio buio e scialbo, ed ecco che anche il girone Nocciola, inaugurato dai colori di casa contro l’ASD PAF Povoletto ha riservato piacevoli soprese. Nel primo match Bianco-Verdi subito avanti nel punteggio con buone iniziative di tutto il collettivo (18-10 all’intervallo). I ragazzi di Desio provano a ribattere ad inizio secondo tempo, ma Drigo e soci sono bravi a chiudere la contesa.

Partita ad alta intensità quella giocata tra Azzurra Basket Trieste e Pallacanestro Vittorio Veneto, con i giuliani più pronti in uscita dalla palla a due e bravi a condurre 10 a 5 alla pausa lunga. Vittorio non ci sta e la riapre ad inizio secondo tempo, gestendo con saggezza gli ultimi decisivi possessi che sanciscono la vittoria dei veneti sul 14-12.

Nel back-to-back i ragazzi di Banjac bissano il successo d’esordio, superando 25-18 la PAF Povoletto. Il margine di +11 costruito nel primo tempo grazie alle iniziative di Natale garantisce ai Veneti un secondo tempo senza patemi, sino al 25-18 finale.

Secondo match per Azzurra ed Henry Glass, che comincia nel migliore dei modi per i nostri, grazie alle buone iniziative difensive e a un ispirato Lorenzo Puppi nella metà campo d’attacco (13-9 intervallo).

Nella ripresa la gara scorre in equilibrio sino agli ultimi due giri di lancette, quando i canestri di Pezzutto rompono la parità e consentono l’allungo decisivo sino al 28-21 del termine.

Gara decisiva quella tra Pallacanestro Vittorio e 3S Basket per decretare prima e seconda nel girone Nocciola. Dopo una partenza positiva per i padroni di casa, i veneti accorciano e ricuciono sul -5 della pausa lunga (14-09). Il primo tentativo di fuga bianco-verde viene rintuzzato dai canestri dei bianco-blu, ma sul secondo allungo dei ragazzi di Pupulin gli ospiti non hanno più benzina per controbattere. 25-14 il risultato alla sirena finale.

Incontro decisivo anche per Povoletto e Azzurra, entrambe alpalo dopo le prime due partite. I giuliani mettono in chiaro sin da subito le gerarchie in campo e sfruttano le migliori spaziature per portarsi sul +10. I friulani mostrano abnegazione e spirito di sacrificio, ma Trieste non molla la presa e chiude terza nel girone.

Gli accoppiamenti per i play-off vedranno Basket Trieste affrontare la PAF Povoletto, per i bianco-verdi sarà derby con il Torre Basket, Azzurra Trieste incrocerà le armi sportive con il Nuovo Basket 2000, infine l’ultimo quarto di finale sarà un altro derby, quello tutto veneto tra Basket Motta e Pallacanestro Vittorio Veneto.

 

 

Siamo quasi a metà stagione, ed è giunto il momento di tirare le prime somme per la truppa Esordienti, targata Henry Glass, in questa nuova esperienza nel mondo dei grandi…

I ragazzi, guidati da coach Pupulin stanno dividendo le loro fatiche tra campionato 2006 e Under 13, con tutte le difficoltà del caso. Un anno di differenza, soprattutto in questa fascia d’età, si fa sentire, soprattutto in termini di chili e centimetri. I nostri stanno affrontando col piglio giusto la sfida settimanale proposta

Coach – Luca Pupulin

dal campionato maggiore, cogliendo sino ad ora una vittoria, a discapito della cenerentola Aviano e 4 sconfitte, che bisogna saper leggere, non tanto in termini del mero risultato numerico, ma piuttosto cogliendo le sfumature e gli spunti sull’atteggiamento con cui i ragazzi scendono in campo. Su questo, coach Pupulin sta dormendo sonni tranquilli.

Diametralmente opposto il discorso inerente al campionato Esordienti, con i ragazzi che sino ad ora hanno un percorso immacolato, con 4 referti rosa su altrettante gare, anche se, in un paio di occasioni lo staff ha dovuto richiamare all’ordine i pollastri, per un approccio alle partite non sempre puntuale e in linea con le esigenze richieste dalla competizione agonistica.

Ora sotto con il torneo della Befana Baskettara, opportunità straordinaria per incontrare nuove realtà e misurarsi con alcuni avversari mai incrociati prima, oltre che essere appuntamento ideale per smaltire cotechini e panettoni, prima di rituffarsi nella seconda metà di stagione che ci aspetta a braccia aperte.

Dopo la buona prova contro Portogruaro, l’u15 affronta il Nuovo Basket di coach Marella.

Assenze pesanti per la Bot che viene costretta a presentarsi a referto in soli 7 giocatori.

Primo quarto di equilibrio, con le due compagini che si studiano chiudendo il primo periodo sul 23-19 per i padroni di casa.

Nella seconda frazione Della Toffola e Nicolao mettono il turbo, Cordenons vola sul +9, ma negli ultimi 3’ lascia la presa; complice la stanchezza e le corte rotazioni si va negli spogliatoi sul 37-34.

Al rientro dalla pausa lunga i ragazzi di coach Brusadin, freschi e riposati, rimettono il turbo e piazzano un break importante andando fino al massimo vantaggio sul +17; come successo nel secondo periodo, gli ultimi minuti del periodo la stanchezza si fa sentire e a 10’ dal termine il tabellone recita 57-45 per i bianco – verdi.

Gli ospiti non mollano, tornano fino al -6 ma poi mollano la presa e i locali ricominciano a correre e non buttare via quasi nulla: la partita finisce 79-61 per il Cordenons che vince la seconda partita consecutiva.

Il prossimo impegno dei nostri ragazzi con l’u15 è fissato per lunedì 27 novembre in trasferta contro Porcia alle ore 19.

BOT UNIPERSONALE – NUOVO BASKET 2000 79-61 (23-19, 37-34, 57-45)

BOT UNIPERSONALE: Brusadin 12, Molent 7, Turrin 5, Valese 7, Nicolao 20 (9 rebs, 13 stl), Dal Maso 4, Della Toffola 24 (22 rebs). All. Brusadin

NUOVO BASKET: Zhang, De Martin, Santarossa 12, Turchet, Marcon ne, Measso 14, Ndreu 4, Stefanutto, Zanut 10, Cammarata, Prekaj 11, Fabbro 9. All. Marella

 

Arbitri: Beltramini

Andrea Brusadin

Partita complicata per Cordenons che affronta Fontanafredda che arriva da 2 sconfitte consecutive e vorrebbe interrompere la striscia negativa. I Crocodiles dal canto loro vorrebbero iniziare ad ingranare e portare a casa il secondo foglio rosa della stagione. Il primo quarto le squadre si studiano e non ci sono grossi allunghi per nessuno, finendo 11-15 per la squadra di coach Nonis. Nel secondo quarto iniziano i problemi per i locali che non trovano la via del canestro, limitandosi a segnare quasi solamente dalla lunetta, complice anche un’ottima difesa messa in campo dai cordenonesi, che si portano avanti 19-27 alla pausa.

Da qui alla fine la squadra di coach Miotti tenta di rientrare più volte ma non va mai oltre il -5, fino a pochi minuti dalla fine dove la 3S trova l’allungo finale. Ad un paio di minuti dalla fine la partita va in ghiaccio ed i Crocodiles archiviano la pratica Fontanafredda con non poche difficoltà.

Il prossimo impegno per Dalmazi e compagni è fissato per mercoledì 22 novembre in “trasferta” contro Torre.

FONTANAFREDDA – 3S CROCODILES CORDENONS 45-56 (11-15, 19-27, 31-39)

FONTANAFREDDA: Cauz 2, Rossetti 4, Verardo 7, Vergani P. 7, Dartin 7, Santarossa, Morandin 2, Ongaro 9, Burigana, De Chiara 3, Vergani S. 8. All. Miotti

CROCODILES: Dalmazi 8, Brusadin, Puppin 2, Busato 12, Scarpa 6, Campaner 4, Colussi 8, Toppan 5, Bagatella 2, Cappellaro 4, Rizzo 3, Celant 2. All. Nonis

Arbitri: Sacilotto e Bon

Andrea Brusadin

Secondo impegno settimanale per i ragazzi di coach Celotto, con De Santi e Curtarelli presenti solo per onor di firma.

Primo quarto da incubo, i nostri ragazzi prendono sottogamba gli avversari entrando in campo senza aggressività; d’altro canto Monfalcone non si fa attendere e sfrutta la poca concentrazione cordenonese chiudendo il primo periodo in vantaggio sul 20-18.

Tra il primo e il secondo quarto la strigliata dello staff è servito, Camaj e compagni tornano in campo con un altro spirito. Concedono solo 4 punti in 10’ agli avversari e in attacco sbagliano pochissimo segnando 23 punti (3 le bombe di Pivetta nella seconda frazione): all’intervallo l’Intermek conduce sul 41-24.

Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, i locali continuano a premere sull’acceleratore difendendo e correndo con Camaj e Silvestrin particolarmente ispirati: +22 (65-43) dopo 30’.

Ultimo periodo è puro garbage time, con gli ospiti che si fanno ulteriormente sorprendere dalle scorribande di Cordenons che aumenta il divario anche nell’ultimo quarto: punteggio finale 83-49 per l’Intermek.

Prossimo impegno per i nostri ragazzi è fissato a giovedì 23 novembre contro Campoformido in casa alle 20.30.

INTERMEK 3S – FALCONSTAR MONFALCONE 83-49 (18-20, 41-24, 65-43)

INTERMEK: Rossit, Pivetta 21, Diana 2 (8 ast), Damjanovic 9, Corazza, Bravin 3, Curtarelli ne, De Santi ne, Casara, Silvestrin 12, Camaj 24 (15 rebs), Lo Giudice 12 (9 rebs). All. Celotto, Ass. Pupulin, Brusadin

FALCONSTAR: Fumis, Zuccolotto 7, Soncin 2, Corà, Altran 5, Carini, Konate 2 (9 rebs), Crocamo, Cestaro 16, Bini, Vozza, Regolin 15 (8 rebs). All. Franco

 

Arbitri: Toffolo e Corrias

Andrea Brusadin

Martedì sera al palazzetto di via Avellaneda va in scena il recupero della prima giornata dei nostri u18 targati Intermek contro l‘imbattuta Basket Trieste.

Esordio per Silvestrin nelle fila cordenonesi, mentre assenze pesanti come Schina e Milic in quelle triestine.

Pronti via e 5-0 per Cordenons che esegue quanto chiesto da coach Celotto, ovvero difesa e correre in contropiede; a questo break risponde Deangeli che con 8 punti filati porta la sua Trieste sul 17-11 alla fine del primo parziale.

Il secondo quarto è in equilibrio, fino a che Babic ne infila 7 e gli ospiti toccano il massimo vantaggio sul +12 (36-24); Casara regala il -9 ai suoi alla pausa lunga (36-37).

Al rientro dagli spogliatoi Cordenons entra con il coltello tra i denti, mentre Trieste sembra essere in bambola: parziale di 13-2 e secondo vantaggio nel match (40-38) in favore dei padroni di casa con un Pivetta scatenato ed una bomba di Diana.

Rabusin da qui a fine gara si carica la squadra sulle spalle ed, insieme al solito Deangeli, contribuisce a finire il terzo periodo sul 50-45 per i triestini.

Gli ultimi 10’ sono costantemente in equilibrio, fino a quando i giuliani allungano sul 68-60.

A 35 secondi dalla fine, sul punteggio di 64-68, la tripla di De Santi si spegne sul ferro, mentre dall’altra parte Deangeli risulta decisivo e mette i titoli di coda al match con l’ennesimo rimbalzo offensivo tramutato in canestro.

Punteggio finale 70-65 per i ragazzi di coach Nocera.

Il prossimo impegno per l’Intermek è fissato per domani (giovedì 16 novembre) in casa contro Falconstar alle 20.30.

INTERMEK 3S – BASKETRIESTE 65-70 (11-17, 27-36, 45-50)

INTERMEK: Rossit, Pivetta 24 (9 rebs, 5 fd), Diana 5, Damjanovic 12 (7 fd), Corazza, Curtarelli, De Santi 12, Casara 6, Silvestrin, Camaj 6, Lo Giudice. All. Celotto, Ass. Pupulin e Brusadin

BASKETRIESTE: Balbi, Deangeli 24 (17 rebs, 8 fd), Poboni 4, Leonardi, Babich 8, Rabusin 15 (8 rebs), Comelli ne, Pitacco ne, Serra ne, Vuksanovic 8, Giustolisi 4, Antonio 4. All. Nocera, Ass. Mravic

 

Arbitri: Sellan e Anastasia

Andrea Brusadin