ZANARDO – PALL. PORTOGRUARO

7 Dicembre 2016

ZANARDO RAPPRESENTANZE 3S BASKET CORDENONS – PALL. PORTOGRUARO 73 – 59 (17-8, 14-17, 14-15, 28-19).

ZANARDO RAPPRESENTANZE 3S BASKET CORDENONS: IUDICA 3, DE MARCO, CORAZZA 11, RIZZO 2, PEZZUTTI 17, BONATO, CURTARELLI, MARSELLA, MEZZAROBBA 10, CAPELLARO 9, DE NARDO 20, BISSI 1. ALL. FANTIN

PALL. PORTOGRUARO: FORLIN 16, DEFENDI 17, BRAGATTO 6, FURLANIS 3, FILONZI 10, SARTORELLO, FOLLIN, ZANDONA, CORBETTA 7. ALL. OSTAN

ARBITRO SIG. SACILOTTO

Portiamo a casa un importante e sofferto referto rosa dopo aver sudato le proverbiali sette camicie contro una coriacea Pallacanestro Portogruaro. La squadra di Coach Ostan si è dimostrata un gruppo ben affiatato, che gioca un basket organizzato: offensivamente pratica un “penetra e scarica” molto efficace; da un punto di vista difensivo mette in mostra una difesa a uomo particolarmente aggressiva, alternata ad una zona difesa a zona molto larga che cerca di anticipare le linee di passaggio.

Pronti via ed in pochi minuti raggiungiamo un rotondo +10 (12-2) grazie ad un paio di buone iniziative di Pezzutti e ad una bomba di Capitan Corazza. Da metà quarto, però, la squadra ospite inizia a carburare e trova, grazie al suo gioco offensivo, conclusioni nei pressi del ferro con Forlin e Defendi. Chiudiamo comunque la prima frazione sopra di 9 lunghezze, anche se abbiamo già Corazza e Rizzo con 2 falli. Portogruaro si ripresenta in campo aggredendoci con sempre maggiore intensità e chiudendo la via del canestro; in attacco i giocatori di Coach Ostan trovano sempre più fluidità nel loro gioco e grazie a Filonzi e Corbetta (autori rispettivamente di 6 e 4 punti nei secondi 10’), riducono ulteriormente il gap, mandandoci al riposo con soli 6 punti di vantaggio.

Al rientro dalla pausa lunga subiamo oltre modo la pressione difensiva dei veneti, mentre in difesa per 5’ i giocatori ospiti fanno praticamente quello che vogliono, tanto che al 25’ mettono il naso avanti (35-37) grazie a due tiri liberi di Forlin. A darci la sveglia ci pensano un De Nardo particolarmente concentrato e Corazza: il primo mette a segno 6 punti subendo fallo praticamente ad ogni incursione in area, il secondo ne segna otto, tra cui un tiro da 3 sulla sirena da oltre metà campo che ci consente di andare all’ultima pausa sul +5 (45-40).

Iniziamo gli ultimi 10’ con Corazza che commette quasi subito il 4° fallo. Al suo posto Coach Fantin dà fiducia al ’99 Iudica che gioca minuti importanti dando ordine alla squadra proprio nel momento di maggiore pressione da parte degli ospiti e recuperando, tra l’altro, 3 importanti palloni. I ragazzi di Coach Ostan non mollano di un millimetro e continuano a restarci in scia: per le sorti della partita si dimostra fondamentale l’ingresso in campo di un altro ’99, Cappellaro: “Cappe”, infatti, mette il timbro sulla partita con 9 punti, di cui 7 nella fase centrale del quarto con cui riusciamo a scavare un break di 15 punti (58-43) con cui mettiamo le mani sulla partita. Gli ospiti entrano negli ultimi minuti della partita senza energie, dopo averci reso la vita davvero difficile per 35’.

Ancora una volta nell’economia della partita e del risultato sono risultate fondamentali per noi le rotazioni e, soprattutto, il contributo che tutti i giocatori sono riusciti a portare alla causa.

Da segnalare le prestazioni di De Nardo, autore di 20 punti (6/8 da due punti, 8/11 ai tiri liberi, 8 rimbalzi, 5 p.p., 2 p.r., 7 falli subiti) e soprattutto una gran difesa sui lunghi avversari, e di Cappellaro, 9 punti (3/5 da 2 p., 1/1 da 3) come detto tutti di importanza centrale ai fini del risultato.

Related Post