Zanardo Rappresentanze: referto rosa in volata

3 aprile 2017

ZANARDO RAPPRESENTANZE 3S BASKET CORDENONS – SAN VITO TRIESTE 61-56 (24-10, 31-22, 37-37, 61-56)

ZANARDO RAPPRESENTANZE 3S BASKET CORDENONS: IUDICA, CORAZZA (K) 10, RIZZO 9, PEZZUTTI 16, CASTELLARIN 13, BISSI, CAPPELLARO, DE NARDO 6, BUSIELLO, LO GIUDICE 7. ALL. FANTIN

SAN VITO TRIESTE: BORDON 3, VIGINI 2, DOVIER 14, BERNARDON 6, MAZZONE 12, LIUT 5, LUNARDELLI (K) 10, TRENTO 4. ALL. ZERIAL

ARBITRO SIG. MENEGUZZI FEDERICO

Vittoria con il brivido contro il San Vito Trieste ottenuta dalla Under20 targata Zanardo Rappresentanze martedì scorso.

Gli ospiti si presentano con soli 8 effettivi, ma si dimostreranno più che sufficienti per metterci in seria difficoltà.

Oltre a Franco e Curtarelli dobbiamo rinunciare anche a Mezzarobba. Partiamo subito bene nel primo quarto, ordinati in attacco dove sfruttiamo gli 1vs1 di Pezzutti (che si rivelerà il più costante nell’arco dei 40’ tra le nostre fila) ed aggressivi in difesa concedendo solo 10 punti ai ragazzi di Coach Zerial.

Compiamo però l’errore di rilassarci convinti che la contesa sia chiusa. San Vito inizia per contro a giocare con maggiore convinzione e, approfittando di alcune nostre forzature, recupera palloni e riduce il gap sotto la doppia cifra alla boa di metà partita.

Il terzo quarto si rivela per noi un incubo: in attacco cerchiamo di risolvere la partita da soli producendo solo 6 punti in 10 minuti, mentre in difesa siamo molli e concediamo facili realizzazioni al San Vito che ringrazia ed impatta il risultato (37-37) al 30’.

I ragazzi di Coach Zerial hanno l’inerzia della partita in mano e passano in vantaggio di 4 lunghezze (46-42), vantaggio che mantengono fino al 35’ quando, all’improvviso, si riaccende la lampadina ed iniziano nuovamente a giocare. La nostra difesa torna a mordere e, complice anche la stanchezza che affiora tra gli ospiti, recuperiamo il divario. Ad indirizzare la partita sono Davide Corazza con una tripla e Jack Lo Giudice che lo imita allo stesso modo segnando allo scadere dei 24” e portandoci sul +6 (57-51) a 1’30” dalla fine. A chiudere definitivamente la contesa è ancora Davide che prima completa un gioco da 3 punti (canestro+tiro libero aggiuntivo) e sul possesso successivo subisce fallo e dalla linea della carità realizza entrambi i tiri liberi. I giocatori triestini trovano ancora le energie per segnare un ultimo canestro da 3 punti con cui riducono lo svantaggio alle cinque lunghezze finali.

Related Post